Cosenza, domani il Flash-Mob degli avvocati liberi

Advertising

AVVOCATI LIBERI FORO DI COSENZA
COMUNICATO STAMPA

L’Avvocatura italiana, oramai da anni, versa in una crisi “silenziosa” divenuta insostenibile. Ed è proprio sul silenzio di noi professionisti, che hanno gioco forza gli attacchi perpetrati dagli Enti di categoria, che in teoria dovrebbero garantirci (Cassa Forense in primis) e dagli organi istituzionali. Attacchi che, in maniera costante, sminuiscono fino ad annullare il ruolo delle toghe e che si materializzano in sistemi e modalità a dir poco vergognosi e a tratti incostituzionali.

Obbligo di iscrizione alla Cassa Forense con conseguente pagamento dei contributi minimi anche da chi ha reddito zero, inesistenza di alcuna garanzia di una vecchiaia dignitosa degli Avvocati, compensi stratosferici per i delegati ed i componenti dell’amministrazione della Cassa, obbligo dei crediti formativi, obbligo di assicurazione contro gli infortuni, obbligo di preventivo, obbligo del POS, Split Payment, liquidazioni esigue a tratti ridicole operate dai Giudice, ritardi nel pagamento dei compensi per il patrocinio a spese dello Stato e ciò in aggiunta ai numerosi incombenti e adempimenti che già pesano sulla nostra professione.

A fronte del crescere di tutti questi obblighi che hanno un solo fine comune, ovvero quello di azzerare la classe forense e ridurla in una visione mercantilistica, diminuiscono i nostri diritti, primo tra tutti, il diritto a svolgere dignitosamente e serenamente la professione con quel senso di giustizia che ci hanno insegnato sin dai primi anni di corsi universitari. Come diceva uno dei più grandi avvocati del secolo scorso, Avv. Piero Calamandrei: “gli avvocati non sono né giocolieri da circo, né conferenzieri da salotto: la giustizia è una cosa seria”.
Credo che in questo grave contesto, tutti gli avvocati, dovrebbero tirar fuori la propria dignità professionale per tutelare il diritto di esercitare la professione di Avvocato perché, in fondo, siamo tutti AVVOCATI TOGATI.

Sulla scorta di quanto già fatto dai colleghi di Catania, Reggio Calabria e Siracusa e, dell’assemblea tenutosi a Roma dagli Avvocati Liberi, è indetto per domani, martedì 12 settembre 2017, alle ore 11:00 davanti al Tribunale di Cosenza un Flash-Mob a cui si invitano tutti i colleghi del Foro Cosentino e non solo, per manifestare ed esternare l’orgoglio di indossare la Toga in maniera libera ed indipendente ricordando il nostro ruolo e la nostra funzione. Un incontro tra colleghi che, per alcuni minuti, in silenzio stretti nella nostra toga, manifesteremo la nostra libertà professionale minata da un sistema iniquo a favore di pochi Partecipare è necessario, confido nella nostra unità e nel vostro orgoglio forense.

Avvocati Liberi del Foro di Cosenza Referente Avv. Maria Foglia