Cosenza, è sempre “legge del Gigi Marulla”. Battuto anche il Melfi: segna Arrighini

Advertising

Con un bel gol realizzato da Andrea Arrighini al 16′ del primo tempo, il Cosenza ha battuto al “Gigi Marulla” il modesto Melfi. 

I Lupi hanno confermato la straordinaria efficacia della “legge del Marulla” ottenendo stasera la sesta vittoria su sette partite disputate (solo l’Akragas ha raccolto un punto mentre Martina Franca, Casertana, Lupa Castelli, Matera, Monopoli e Melfi sono tornate battute a casa) sul terreno amico.

La squadra di mister Roselli ha saputo punire l’avversario al momento giusto. E’ stato Ciancio a indovinare il cross al bacio decisivo per Arrighini, facendosi luce molto bene sulla sua corsia di competenza, la sinistra. Il centravanti ha staccato benissimo e ha battuto senza scampo il portiere avversario con un tocco angolato e imprendibile. Per Arrighini è il quarto gol stagionale.

Il rapporto di fiducia tra la tifoseria e il calciatore, dopo gli errori sottoporta di Lecce, è ormai pienamente recuperato. Con soddisfazione reciproca.

cs

Sul gol realizzato in avvio, il Cosenza, squadra solidissima e con una difesa a prova di “bomba”, ha costruito tutta la sua partita, gestendola senza particolari patemi. Solo in un paio di circostanze il Melfi ha provato a dare fastidio alla retroguardia rossoblu ma senza nessuna pericolosità.

L’espulsione di Di Nunzio al 23′ della ripresa non ha fatto altro che facilitare il compito della squadra. Anche se, proprio in chiusura, un colpo di testa di Lescano ha fatto passare qualche brivido al portiere Perina.

Sul piano dei singoli, la squadra ha risposto bene. Particolari note di merito per l’arrembante Ciancio, per il solito Tedeschi e il dilagante Statella.

Ancora tiepido il pubblico cosentino nei confronti della squadra: erano presenti 2500 spettatori e con un Cosenza in piena lotta per i playoff è sinceramente pochino.

LA FORMAZIONE

Perina, Ciancio, Pinna, Arrigoni, Tedeschi, Corsi, Criaco, Caccetta (74′ Fiordilino), Arrighini (40′ st Guerriera), Raimondi (57′ La Mantia) Statella. In panchina: Saracco, Soprano, Ventre, Fiordilino, Vutov, Puterio. Allenatore: Roselli