Cosenza, è sempre legge del “Marulla”. SuperCorsi batte la Fidelis Andria

foto cosenza calcio
Advertising

Settima vittoria stagionale su otto partite disputate al “Gigi Marulla”. Il Cosenza impone la sua legge anche alla Fidelis Andria, battuta di misura grazie all’eurogol di Angelo Corsi al 25′ del primo tempo.

L’esterno rossoblù ha concluso in rete una bella azione personale con due conclusioni, la prima rimpallata e la seconda a segno sotto la Sud. Un tiro dai 20 metri che è andato ad insaccarsi proprio all’incrocio dei pali.

I Lupi hanno ampiamente meritato di vincere. Hanno quasi completamente annullato le fonti di gioco dei pugliesi con una magnifica prova di Criaco e Statella perfettamente supportati da Arrighini e Fiordilino. Angelo Corsi, oltre a fare il suo, ha impreziosito la sua gara con il gol vittoria.

Tante le occasioni sprecate dai rossoblù. Prima del gol la squadra di Roselli ha colpito anche la traversa con Arrighini al 18′ dopo un dialogo con Raimondi.

Lo stesso Raimondi alla mezzora ha sciupato un’ottima palla gol a tu per tu col portiere.

Nella ripresa, ancora Raimondi, ha sbagliato da due passi, colpendo male di testa. Ma anche Vutov e Arrighini hanno avuto altre chiare occasioni da gol.

L’Andria si è affacciato pericolosamente verso la porta di Perina solo in una circostanza nel primo tempo. Nella ripresa, solo una volta il “Marulla” ha avuto i brividi ma il colpo di testa dell’attaccante pugliese è terminato appena alto.

Il Cosenza torna al quarto posto.