Cosenza, Ecologia Oggi: si avvicina la resa dei conti

Advertising

Quella di oggi sarà un’altra giornata campale per il “tormentone” Ecologia Oggi ovvero la marcia di avvicinamento ad una gara, quella per la raccolta differenziata, nella quale le irregolarità e le illegittimità si contano ormai a… quintali, nella consueta indifferenza del potere giudiziario, che fa finta di niente e si volta sempre dall’altra parte quando ci sono di mezzo uomini della politica.

Oggi davanti alla Commissione di Controllo e di Garanzia di Palazzo dei Bruzi sarà ascoltato il Responsabile unico del procedimento della gara per la raccolta differenziata ovvero Rino Bartucci. Ecologia Oggi ha già diffuso un elenco di 180 lavoratori in forza al cantiere all’interno del quale ci sono una serie di anomalie che lasciano perplessi. Ora si tratta di vedere se il Comune dirà di sì alla “proposta” di Guarascio o se ha intenzione di rompere il sodalizio che va avanti ormai dal 2011.

Da un po’ di tempo Guarascio, presumibilmente in accordo con Occhiuto e i suoi scagnozzi, primo dei quali l’assessore al ramo Carmine Vizza, ha snobbato e mortificato gli accordi presi in prefettura oltre a umiliare e danneggiare i licenziati. Ovvero quei lavoratori ritenuti vicini a certi ambienti e non graditi a Occhiuto e Vizza.

A quale scopo? E quali sono i reali obiettivi che l’azienda si è prefissata?

Un capitolo a parte per la Cgil, che aveva promesso di denunciare tutti gli illeciti perpetrati da sei anni a questa parte dall’azienda ma non ha ancora mantenuto l’impegno e i lavoratori si chiedono il perché.

Così come si chiedono a che gioco stanno giocando il sindaco Occhiuto e l’assessore Vizza. E’ possibile che i lavoratori appartenenti all’elenco iniziale dei 137 (parliamo dell’avvio dell’appalto Guarascio, nel 2011) vanno buttati in mezzo alla strada per fare spazio agli amici degli amici?

Non serve un profeta per capire che sciacalli e avvoltoi come appunto l’assessore Vizza ma anche il neoassessore Spataro per non parlare di tutti quelli che vengono da Lamezia (la città di Guarascio) sono pronti a riscrivere quell’elenco e a cercare di “far fuori” le tute gialle cosentine che non fanno parte del “cerchio magico”.

È chiaro che l’elenco di Ecologia Oggi è stato inviato ai sindacati per far capire che al Comune serve spazio per accontentare i raccomandati da Vizza e compari … Ma la partita è tutt’altro che chiusa e le tute gialle non staranno certo con le mani in mano mentre i papponi manovrano alle loro spalle. E va doverosamente ricordato che un bando così chiacchierato come quello della raccolta differenziata può anche essere annullato, perché c’è la netta sensazione che spesso le bugie hanno le gambe corte e che la verità viene sempre a galla. Seguiremo, come sempre, da vicino gli sviluppi di questa ennesima squallida vicenda per la nostra città.