Cosenza, emergenza migranti. Cipparrone: “Agisco solo contro i papponi della politica”

Advertising

di Giovanni Cipparrone

Sapevo di cogliere nel segno e la lettera di questo signore, Giovanni Caldeo, ne è l’emblema (http://www.iacchite.com/lettere-iacchite-migranti-cipparrone-si-candida-prefetto/). Purtroppo per lui tanti centri di accoglienza ad oggi non hanno dimostrato quello che vuole intendere lui. Purtroppo, ma a differenza sua, io agisco contro i papponi del sottobosco della politica che sanno come aprire e interagire con il prefetto.

Queste cose non me le invento io, le denunce e gli arresti avvenuti fino ad oggi non li inventa Cipparrone… i ragazzi fermi davanti ai semafori non li crea Cipparrone… troppo facile scaricare sui vigili per buttare fumo e sviare su altri la problematica.

Ormai non mi fermate: io tra 10 giorni voglio una dettagliata relazione da parte dei vigili urbani affinché i papponi che mangiano come porci su questa povera gente vengano denunciati in procura dal sottoscritto.

Purtroppo difendere l’indifendibile è uno sport che appassiona chi ha creato un vero business sugli immigrati e non mi sembra che Cipparrone ne faccia parte…

Quanto ai vigili urbani, va dato merito a chi sta effettuando i controlli richiesti e demeriti a chi usa la violenza… ma potete stare tranquilli, ho sentito il comandante dei vigili e non c’è stata nessuna violenza usata.

Purtroppo sono stati identificati cittadini extracomunitari con fogli di espulsione, ma nessuno li ha espulsi. Tra 10 giorni sapremo chi è responsabile, altro che possono girare liberamente… e i centri di accoglienza non c’entrano nulla? Ne vedrete delle belle anche su questa affermazione….

Se volete alzare il tiro… dopo prefetto – sceriffo- dite pure che sono razzista… l’importante è che svergogno tutti coloro che prendono una barca di soldi e fanno i moralisti e perbenisti a comodo…. tanti riguardi