Cosenza, festival del benessere e (soliti) affari per il prode Orsomarso

Advertising

Ecco due volti belli della destra che avanza: a sinistra Carmine Passarelli, esperto in comunicazione e pubblicità e deus ex machina dell’agenzia ORSA e a destra Fausto Orsomarso, candidato alle regionali. Passarelli detta la strategia e Orsomarso, attento, memorizza. Dopo le assunzioni in quota Orsomarso a Calabria Etica, tra le quali spiccava la sorella del Passarelli, oggi il cognome Passarelli torna di moda per l’organizzazione di una festa per la salute alla villa vecchia di Cosenza, che si svolge sotto l’egida di questa agenzia intestata a Passarelli ma funzionale ad Orsomarso.

Ma procediamo con ordine. “Ecco due volti belli della destra che avanza: a sinistra Carmine Passarelli, esperto in comunicazione e pubblicità e deus ex machina dell’agenzia Orsa e a destra Fausto Orsomarso, candidato alle regionali. Passarelli detta la strategia e Orsomarso, attento, memorizza”. Questo scriveva il Quotidiano prima delle regionali del 2014 commentando il bel rapporto tra Orsomarso e Passarelli. Sì, perché l’astro nascente (!) della destra cosentina, oltre al rapporto professionale, con il Passarelli è legato anche da vincoli di parentela. La sorella Giada infatti ha sposato il fratello di Orsomarso, il caro Fabrizio.

E allora, vi chiederete, qual era la strategia indicata dal buon Passarelli all’amico del cuore per vincere la battaglia, sedersi in Consiglio regionale e beccare 10mila barbettoni al mese senza far nulla? Beh, la strategia puntava dritta a un po’ di gente da imbucare in una serie di carrozzoni in maniera tale da far aumentare i consensi e arrivare al traguardo. E se sui falsi precari dell’ASP di Cosenza presto arriveranno particolari nuovi che potrebbero coinvolgere anche Orsomarso, abbiamo avuto modo di occuparci con dovizia di particolari della “campagna di assunzioni” portata avanti dal prode Orsomarso all’interno di Calabria Etica.

Sì, avete capito bene. Proprio Calabria Etica, il fetido carrozzone pieno di clientes et parentes ai quali andavano i soldi che dovevano essere investiti nel Credito sociale e quindi per i nuclei familiari in difficoltà. Con tanto di contratti firmati il 10 novembre 2014, a 13 giorni dalle elezioni regionali. Più o meno come i falsi precari, che vennero assunti il 21 novembre, due giorni prima del voto. In questa squallida vicenda non sono implicati soltanto quelli che sono stati arrestati ma anche tutti quei colletti bianchi come avvocati e commercialisti che hanno preso bei soldini e i consiglieri regionali che hanno piazzato i loro parenti e amici tra gli assunti. Che bellezza!Evidentemente la strategia indicata da Carmine Passarelli a Fausto Orsomarso, che in effetti era attentissimo e memorizzava (eccome se memorizzava!) portava dritta almeno ad un’assunzione fondamentale. Quella di sua sorella, nonché cognata di Orsomarso, Giada Passarelli.Risparmiamo, per carità di patria, gli altri “camerati” assistiti e imbucati dal prode Orsonarso per passare alla stretta attualità. Alla villa vecchia di Cosenza si sta svolgendo la “Salus Fest” ovvero il festival del benessere organizzato dal Comune ovvero ancora un carrozzone messo in piedi per far guadagnare qualche soldino agli amici degli amici di Occhiuto. E chi organizza tutta questa squallida (e viscida) rappresentazione? Sulla carta risulta il Comune ma nei fatti c’è l’agenzia ORSA tanto cara ad Orsomarso e al suo amico Passarelli. Non sappiamo con precisione (ma lo scopriremo presto) a quanto ammonta lo “sguabbu” dei compari camerati ma certamente sarà una cifra congrua per tutti. E noi non possiamo far altro che sputtanarli. Come sempre.