Cosenza, i magnifici sei alla prova del nove

Advertising

Una prima verifica sulle qualità politiche ed umane dei magnifici sei consiglieri che agitano la maggioranza occhiutiana, si avrà al prossimo consiglio comunale di lunedì. Da come si comporteranno capiremo la loro determinazione.

Tra i magnifici sei, si può dire capeggiati (in senso buono) dal consigliere De Cicco, e il sindaco Occhiuto, da un po’ di tempo a questa parte, non corre buon sangue. E’ dal giorno della sua rielezione che Occhiuto palleggia i sei.

Un tira e molla che va avanti senza soluzione di continuità. Al punto che gli animi si sono scaldati fino ad arrivare ad un vero e proprio scontro fisico tra il consigliere De Cicco e l’assessore Pastore, nell’ultimo consiglio comunale, con tanto di vasi rotti e imprecazioni varie. I sei è da allora che chiedono quello che secondo loro gli spetta: un assessorato.

Ma Occhiuto per problemi di clientela nel formare la sua nuova giunta ha ritenuto sacrificabili De Cicco e Bruno come assessori e Spadafora come presidente del consiglio, a favore di nuovi equilibri e nuovi intrallazzi. Un bel “grazie tante ma non è cosa”, è stato il riconoscimento di Occhiuto al lavoro svolto dai sei nella passata consiliatura.

Il sindaco non ha ritenuto valido il lavoro svolto ad esempio da Davide Bruno, e non ha ritenuto idoneo Spadafora a presiedere il consiglio. E poi, evidentemente, non ha apprezzato la loro fedeltà passata e presente, ritenendo, quindi, superflua la loro presenza nella sua squadra di governo. Un modo neanche tanto elegante per metterli alla porta.spadafora

Dopo essersi fatto quattro conti, Occhiuto deve aver ragionato così: anche se decidono di andarsene in fondo che perdo? Niente, visto che tutti e sei messi assieme arrivano appena a 3000 voti, che nel mio totale di 24.000 sono niente. E poi se fanno storie in consiglio non ci sono problemi, ho già chi li rimpiazza. Perciò cittu e muti.

Parliamoci chiaro, Occhiuto è uno che sa il fatto suo, un
malandrino serio, e conosce bene i suoi polli. Infatti, visti alcuni soggetti che compongono i magnifici sei, Occhiuto può dormire sonni tranquilli.

Ma chi sono i magnifici sei?

Francesco De Cicco, Sergio Del Giudice, Francesco Spadafora, Michelangelo Spataro, Davide Bruno, Antonio Ruffolo.sergio

Occhiuto è un maestro nel comprarsi le persone ed è su questo che ha lavorato, facendo diventare i magnifici sei, i magnifici 2. Li ha già neutralizzati.

Figuriamoci se uno come a ‘Mmasciata si metteva contro Occhiuto, oppure Davide Bruno. Men che meno Spataro e Spadafora, che senza il permesso di Occhiuto non vanno neanche al bagno.

Gli unici due che veramente potrebbero dar fastidio ad Occhiuto sono Del Giudice e De Cicco, che però sono ininfluenti ai fini dei numeri in consiglio. Perciò Occhiuto li lascia abbaiare alla luna. Comunque se così non è, lo vedremo presto, ovvero lunedì in consiglio. C’è da scommetterci che si presenteranno tutti tranne De Cicco. Io mi cci iuacu na pizza.

GdD