Cosenza, il sogno continua in finale: 2-0 al Sudtirol e ora il Siena

Cosenza Sudtirol 2-0: il sogno continua. In uno stadio “Gigi Marulla” in versione bolgia infernale (18mila spettatori: uno spettacolo pazzesco), i Lupi rimontano alla grande lo 0-1 dell’andata e si qualificano alla finale playoff di Pescara di sabato prossimo per la Serie B (dove troveranno il Siena, che ha battuto il Catania dopo i calci di rigore) all’ultimo secondo.

Allan Baclet, subentrato ad inizio di ripresa, spinge i rossoblù con uno splendido colpo di testa al 69’ su cross a giro di Loviso e al 94’ il calcio d’angolo ancora di Loviso, anche lui subentrato nel secondo tempo, viene invece spinto in porta dal tocco di Paolo Frascatore che, nel tentativo di anticipare l’attaccante francese, sbaglia l’intervento e trafigge Offredi. Che già a un minuto dal 90’ era stato bravissimo a deviare una zuccata dello stesso Baclet proprio in extremis. Al Cosenza era stato annullato anche un gol al 79’ (di Bruccini, per fuorigioco) e il Sudtirol pensava di aver guadagnato i tempi supplementari pur tra mille sofferenze. Invece no: il Cosenza vola in finale, risultato meritatissimo per quanto ha messo in campo questa sera soprattutto nel secondo tempo.Nella prima frazione di gioco infatti c’erano state poche emozioni e il muro del Sudtirol aveva resistito senza troppi patemi ai tentativi d’attacco dei Lupi, che ci mettevano l’anima ma non riuscivano a sfondare. La svolta con i cambi. Al 56′ Baclet rileva Pasqualoni e Braglia ridisegna la squadra adottando il 4-3-3. Al 61′ un cross di Mungo dalla destra arriva sui piedi di Tutino che, appostato a due passi da Offredi, non riesce a coordinarsi e spedisce il pallone fuori di un soffio. Subito dopo Palmiero abbandona il campo zoppicando e lascia il posto all’esperto Loviso. Il Cosenza spinge, anche grazie al centrocampista: al 64′ salvataggio quasi sulla linea di Berardocco su colpo di testa di Bruccini, pochi secondi dopo Tutino costringe Offredi alla parata bassa. E’ il preludio al forcing finale che porta in paradiso il Cosenza e i suoi impareggiabili tifosi. Festa grande al “Marulla” e adesso tutti a Pescara.

COSENZA-SUDTIROL 2-0

COSENZA (3-5-2): Saracco; Idda, Pascali, Pasqualoni (56′ Baclet); Corsi, Bruccini, Palmiero (62′ Loviso), Mungo, D’Orazio; Tutino, Okereke. a disp.: Zommers, Ramos, Perez, Boniotti, Baclet, Trovato, Calamai, Loviso, T. Braglia. All.: Braglia P.
SUDTIROL (3-5-2): Offredi; Erlic, Frascatore, Vinetot; Tait, Broh, Berardocco, Fink (67′ Smith), Zanchi; Costantino (54′ Candellone), Gyasi. a disp.:D’Egidio, Bertoni, Cia, Baldan, Boccalari, Oneto, Gatto, Heatley Flores, Berardi, Roma. All.: Zanetti

MARCATORI: 69′ Baclet, 94′ Frascatore (aut.)

ARBITRO: Volpi di Arezzo

Spettatori 17461 paganti. Incasso di 175.902 euro.