Cosenza, la massoneria nomina il “nuovo” direttore sanitario dell’Annunziata

Foto di Fabrizio Liuzzi
Advertising

E’ Salvatore De Paola il nuovo direttore sanitario dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Un’altra nomina che si presta ad una facile, facilissima critica di un sistema che ormai è talmente prevedibile e scontato da non sorprendere più proprio nessuno.

Da Paola, rigorosamente massone, è stato già direttore sanitario dell’ex ASL di Rossano quando direttore era l’attuale direttore dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, Achille Gentile. Ed è amico di De Rose, ex commissario dell’ASP di Cosenza, gentiliano (sponda Cinghiale ovviamente) appartenente alla stessa loggia.

De Paola, tra le altre amenità, è stato anche sanzionato dalla Corte dei conti per danno all’immagine alla ex ASL numero 4 per aver acquistato dei “mammottoni”, che dovevano servire per la prevenzione mammaria ed invece servono per i centri di alta specializzazione. Infatti non sono mai stati utilizzati e non si sa che fine abbiano fatto. Forse abbandonati in qualche scantinato?

Continuando nel profilo del neodirettore sanitario dell’Annunziata, c’è da dire che è stato anche presidente (nonostante la sanzione…) della commissione disciplinare voluta da De Rose e Scarpelli (Gianfranco, alias Mozzarellone) per le sue capacità di esecutore dei loro ordini e quindi capo del plotone di esecuzione nei confronti dei dipendenti liberi.

Una nomina perfetta nella direzione della continuazione dello status quo.