Cosenza, l’appello di Guarascio cade nel vuoto: il Foggia dilaga (3-1)

Advertising

Il Cosenza perde nettamente a Foggia. Un immenso Statella aveva segnato ancora uno splendido gol (il quarto in tre partite, molto meglio degli attaccanti!) portando in vantaggio i Lupi ma la reazione dei pugliesi ha portato prima al pari ad una manciata di minuti dall’intervallo e poi al 3-1 finale nella ripresa.

L’appello di metà settimana del patron Guarascio, dunque, è stato una specie di boomerang per i Lupi, che invece di “azzannare” la preda sono stati rimontati e ridotti ai minimi termini. Insomma, se Guarascio sperava di aver dato la scossa ha sbagliato indirizzo ma se il suo appello era rivolto in maniera specifica al tecnico Roselli (le dichiarazioni del patron vanno sempre interpretate con parecchi… sensi), non c’è dubbio che le risposte sono arrivate. Nel senso che la delusione si taglia a fette.

roselli-con-guarascio-in-silaAdesso Guarascio dovrebbe essere così bravo da dirci se il problema è effettivamente il mister o se magari la squadra va sensibilmente rafforzata a gennaio. Stasera allo “Zaccheria” giocatori come Caccetta (veramente irritante la sua prova), Gambino, Capece e D’Anna, tanto per fare i nomi dei peggiori in campo, hanno dimostrato che non c’è appello che tenga quando voglia non ce n’è. Ma è altrettanto vero che questa squadra non ha ricambi e dunque le colpe di Roselli vengono attenuate rispetto a quelle di chi gestisce il giocattolo. Del resto, tutti sanno che il pesce puzza sempre dalla testa.

Ora bisogna dimenticare presto questa nuova delusione perché giovedì al “Marulla” c’è Cosenza-Catanzaro e non sono ammessi altri cali di tensione. Per nessuno.

LE RETI

34´Corner sbagliato dal Foggia e contropiede bruciante dei Lupi: assist di Gambino e conclusione al volo di Statella che batte Guarna.

43′ Rubin va sul fondo e crossa basso, la palla attraversa tutta l´area e trova Loiacono dall´altra parte che arriva in corsa e la mette dentro con un tiro rabbioso che scatena lo Zaccheria.

67′ Corridoio perfetto di Maza per Sarno che si infila in area e e batte Perina con un diagonale che si insacca in rete.

86′ Bella combinazione del Foggia in cui si inserisce da sinistra Sicurella che dribbla un difensore e poi fulmina Perina con una botta in diagonale. Gran bel gol per il giovane centrocampista rossonero, al terzo centro stagionale.

FOGGIA-COSENZA 3-1

FOGGIA: Guarna, Loiacono, Coletti, Empereur, Rubin, Riverola (85′ Sicurella), Vacca (89′ Quinto), Agnelli, Sainz-Maza (89′ Martinelli), Sarno, Chiricò.

In panchina: Sanchez, Agazzi, Dinielli, Sansone, Tucci.

Allenatore: Stroppa

COSENZA: Perina, Corsi, Capece (78′ Filippini), Tedeschi, Blondett, Criaco (80′ Cavallaro), Caccetta, Gambino (78′ Baclet), Statella, Ranieri, D’Anna.

In panchina: Saracco, Quintiero, Meroni, Appiah, Mungo, Madrigali, Scalise.

Allenatore: Roselli

Arbitro: Sig. Giosuè Mauro D´Apice di Arezzo

Reti: 34′ Statella (C), 43′ Loiacono (F), 67′ Sarno (F), 86′ Sicurella (F)