Cosenza, le avventure del “marchese” Bilotti: il fidanzamento con Dani del Secco

tratto da DAGOSPIA – DICEMBRE 2013 – rubrica: CAFONAL DE NOANTRI

Che ce frega del blasone? Ce l’avrà davvero dalla nascita come sostiene lei con veemenza, o non ce l’avrà come sostengono i maligni da qualche mese a questa parte, quando è apparsa come la Madonna di Fatima in tv nel reality “Pechino Express” con tanto di maggiordomo esotico e semi muto al seguito? Quello che veramente a noi piace di Dani del Secco, l’ormai nota marchesa d’Aragona, è la sua innegabile simpatia e quel suo modo di fare, sempre gentilissimo e un pizzico altezzoso, quel suo stile da sirena ammaliatrice che ti lusinga e ti conquista a suon di paroline dolci come “Adorata, adorata”, anche se in realtà ti ficcherebbe un coltello nella schiena.

Torta per gli ospitiTORTA PER GLI OSPITI

La granitica (finta) bionda dal carattere d’acciaio e tanta voglia di apparire per conquistarsi un posto al sole, scoperta e lanciata nella buona società da Marina Ripa di Meana, ha conquistato Roma a suon di abiti con strascico e apparizioni fotografatissime nelle feste ad alto tasso di nobiltà fino ad arrivare, foto dopo foto, evento dopo evento, anche nei salotti tv.

L’innata simpatia che noi abbiamo per la “marchesa del popolo”, come lei si definisce, forse non è la stessa che lei nutre per noi, visto che proprio Dagospia svelò durante la sua permanenza al reality le sue vere origini, scatenando le sue ire e creando un putiferio sui giornali e siti web.

Ma proprio l’articolo di Dagospia è servito a fare della marchesa un personaggio insolito e surreale, conteso dai programmi tv. La sempre più scintillante Dani, ieri sera dichiarava ironicamente a destra e manca di festeggiare i suoi primi 27 anni, ma tutti sanno che ha già superato la sessantina. Come di consueto, in occasione del suo genetliaco, Daniela ha organizzato tre mesi di festeggiamenti, battezzati le “Danieliadi”, manco fossero le Olimpiadi dell’allegria e del bon vivre, ma lei si sa ama fare le cose in grande.

Torta con la CoronaTORTA CON LA CORONA

I festeggiamenti sono iniziati il 15 dicembre con una cenetta per pochi intimi al roof garden dell’Hassler (ovviamente riportata subito da Dani sul suo profilo Facebook) e proseguiti la sera dopo con un festone con atmosfere fiabesche per 160 persone al Palazzetto dell’Hassler, location magica a Trinità dei Monti. A metà gennaio si proseguirà a Via Veneto un brunch intitolato “Tornando dalla caccia alla volpe” e a febbraio da Camponeschi si passerà a una”Cena con delitto”, per riecheggiare le atmosfere alla Agata Christie. Poi, tra 3 mesi, dal conte Federico Caruso a Firenze, “Le Danieliadi” si concluderanno con un ballo che inaugurerà anche il nuovo Palazzo del conte a Santa Croce.

Ieri sera, uomini in smoking d’ordinanza e dame in lungo, purchè rosso e oro, come da dress code. “Sono i colori degli Aragona”, spiegava la marchesa, stretta in un abito d’oro a sirena scollatissimo sulla schiena. La prima bella notizia che vogliamo darvi è che Daniela si è fidanzata. Da circa due mesi. Tenetevi forte perché lui non poteva che essere un d’Aragona.

Non solo quindi un uomo blasonato, ma anche più giovane di lei e di bella presenza. Con lui la marchesa sembra rinata: arriva a tutte le serate mano nella mano col suo cavaliere e lo presenta come il mio fidanzato. I ben informati dicono che lui dopo averla vista in tv l’abbia cercata per conoscerla, folgorato da lei e dal suo piglio da colonnella. E lei, lusingata, lo abbia invitato a bere un thè delle 17 al St. Regis Grand, che è il suo ritrovo preferito.

A visionare lo spasimante, per un giudizio a caldo, anche i suoi “scudieri” Guglielmo Giovanelli Marconi e il marchese Giuseppe Ferrajoli. Che hanno dato subito l’Ok, il ragazzo è giusto! Il fortunato che ha colpito al cuore la marchesa mediatica è Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona, già marito della principessa Giulia Odescalchi (matrimonio poi annullato dalla Sacra Rota) con la quale ha messo al mondo due figlie, Viviana e Lavinia, accorse con lui a festeggiare Daniela.

Chi lo conosce dice che Roberto è un uomo facoltoso e un gran mecenate, amante dell’arte, nonché proprietario del Museo Bilotti a Villa Borghese. Speriamo che tra i due sia davvero amore e non un calesse, così in caso di matrimonio, nessuno più potrà dire che Daniela non è una vera d’Aragona. “Anzi, non vedo l’ora che diventi una d’Aragona al quadrato”, sussurra la sua amica Sara Jannone.