Cosenza, l’ospedale e gli infermieri: “Presto i concorsi e una svolta per il Pronto soccorso”

Advertising

GLI INFERMIERI INCONTRANO IL DIRETTORE DELL’AZIENDA OSPEDALIERA

SPOSATO : “PRESTO I CONCORSI ED UNA SVOLTA PER IL PRONTO SOCCORSO”

L’IPASVI di Cosenza, rappresentata dal presidente provinciale Fausto Sposato, ieri mattina ha incontrato il direttore dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Achille Gentile. L’incontro, ritenuto da entrambi, cordiale e proficuo,è stato fortemente voluto dalle parti per focalizzare l’attenzione sull’attuale fase sanitaria nella nostra provincia.

I concorsi per infermieri; il personale di supporto (gli OSS); il ruolo dei coordinatori e dei capisala; il percorso formativo, il tutoraggio e gli studenti e, per ultimo, il pronto soccorso del nosocomio cittadino. Questi i punti tracciati e le argomentazioni discusse.

“Il dottor Gentile è stato molto cordiale e disponibile. Ha ascoltato e accolto le nostre preoccupazioni ed i nostri intenti. Gli infermieri sono fondamentali per una buona sanità, affinchè tutto possa funzionare a dovere”, ha affermato Sposato, in una nota, a margine dell’incontro.

“Il dirigente ha palesato la stima nei nostri confronti e ci ha assicurato che su tutte le tematiche messe sul tavolo sarà premura dell’Azienda ospedaliera trovare sintesi e soluzioni. Per questo motivo ci sentiamo di ringraziarlo, a nome di tutta la categoria”.

L’incontro tra Gentile e Sposato, tra l’altro, è stato anche occasione di confronto sul pronto soccorso cittadino e sulla reale possibilità di cambiare con urgenza l’iter in essere. Da tempo sosteniamo che occorre cambiare, per i cittadini e per tutti quei colleghi che quotidianamente sono costretti a lavorare male ed in affanno per via dei troppi interventi.

“Inoltre – ha aggiunto sempre Sposato – abbiamo discusso anche dei coordinatori facenti funzione che vanno legittimati, sulle unità operative dotate, tutte, di un organico ottimale e sulla importante richiesta alla regione Calabria di una deroga per il concorso da dirigente Sitros”.