Cosenza, mercatini di Natale: un flop clamoroso

dal profilo FB di Gianfranco Celestino

Si aprono con un flop clamoroso i mercatini di Natale su piazza cessotti. Ancora meno espositori rispetto allo scorso anno (i rinunciatari hanno probabilmente preferito puntare sui quelli di Rende, meglio organizzati e più frequentati), distribuiti su due tristissime file parallele di baracche.

Il colpo d’occhio è assolutamente desolante, per nulla paragonabile ai veri, storici e tradizionali mercatini di Natale, che si tenevano intorno alla villa nuova. La sensazione che si avverte immediatamente è di una messa in scena del tutto artificiale e artificiosa, forzata, innaturale, asettica.

Del tutto assenti gli stand dedicati alla ristorazione tradizionale (niente cuddruriaddri fritti al momento, quindi), probabilmente per non infastidire i numerosi locali della medesima tipologia presenti intorno alla piazza, che stanno lottando già da tempo con la progressiva e ampiamente prevedibile riduzione degli incassi giornalieri.Anche quest’anno il peggior sindaco della storia di Cosenza, ha deciso di calpestare una storica tradizione cittadina, pur di spingere l’utilizzo del parcheggio tombale di piazza cessotti, favorendo un “privato” a discapito di un intero quartiere della città, ossia il perimetro delimitato dalla villa nuova, che trovava lustro e visibilità solo una volta all’anno, proprio grazie ai mercatini di Natale.
Ennesimo esempio di come questa amministrazione sia stata capace di produrre solo danni incartati ed infiocchettati con una colata di cemento.