Cosenza-Messina 1-0: ancora un grande Statella

Advertising

Peppe Statella continua a tenere su il Cosenza. E’ suo il calcio di rigore (l’ha provocato e l’ha realizzato) decisivo per battere il Messina dell’applauditissimo Cristiano Lucarelli, indimenticato giovanissimo centravanti del Cosenza di Mutti in Serie B nel 1995-96 (15 reti all’esordio tra i prof). 

L’esterno di Giorgio Roselli ha impresso il suo sigillo alla partita con un secondo tempo di straordinaria intensità. Statella ha seminato il panico nella difesa avversaria dopo un primo tempo senza emozioni.

Ha avuto una gran palla-gol al 24‘. Entra dalla sinistra in velocità e calcia di prima intenzione ma la difesa siciliana si salva in angolo con una deviazione.

E proprio quando si pensava che i Lupi non riuscissero a scardinare il muro dei peloritani è arrivato il calcio di rigore decisivo. A sei minuti dalla fine, ancora Statella si incunea nell’area di rigore avversaria, Palumbo lo tocca ed è calcio di rigore. Emblematica la scena di Statella che si impossessa del pallone e pretende giustamente di calciare dagli undici metri. L’esecuzione è perfetta: è lui il leader del Cosenza. 

COSENZA-MESSINA 1-0

COSENZA: Perina; Corsi, Blondett, Tedeschi, D’Anna; Criaco (46′ Filippini), Capece, Caccetta, Statella; Mungo (60′ Ranieri) , Baclet (47′ Gambino) In panchina: Saracco, Quintiero, Bilotta, Scalise, Bilotta, Madrigali, Meroni, Collocolo, Cavallaro, Appiah, Gambino. Allenatore: Roselli

MESSINA: Berardi; Palumbo, Rea, Bruno, De Vito; Foresta, Musacci, Nardini (71′ Mancini); Ferri, Pozzebon, Milinkovic. In panchina: Russo, Marseglia, Mileto, Rafati, Bramati, Madonia, Ricozzi, Saitta, Gaetano, Benfatta, Akrapovic. Allenatore: Lucarelli

ARBITRO: Meleleo di Casarano

MARCATORE: 85′ Statella (rigore)

NOTE: spettatori 2000