Cosenza, mister Braglia in alto i cuori: a giugno al “Marulla” arrivano Giulietta&Romeo!

Non c’è pace per questo povero Cosenza Calcio. Neanche il tempo di alzare la testa dopo sette settimane di amarezze grazie alla vittoria di Fondi ed ecco che ieri sera, incredibilmente, i Lupi non sono riusciti a battere al “Gigi Marulla” il già retrocesso Akragas. I siciliani sono ultimi in classifica da mesi, non facevano punti da… mesi e ieri hanno imposto lo zero a zero ad un Cosenza inguardabile, seppur con l’attenuante di aver dovuto giocare tutto il secondo tempo in dieci per l’espulsione del giovane Trovato. Adesso diventano addirittura a rischio anche i playoff in un clima generale che è tornato ostile quasi come ad inizio campionato.

Che dire? La tifoseria è nuovamente incarognita con tutti: col mister, con i giocatori, col presidente e chi più ne ha più ne metta. A Braglia, tuttavia, abbiamo l’esigenza di comunicare un fatto molto importante, visto che (anche lui da mesi) si affanna a sottolineare lo stato vergognoso del manto erboso del nostro stadio, ormai ridotto a campo di patate.

Caro mister, se non lo avesse ancora saputo, fra meno di tre mesi al “Marulla” arriva “Romeo & Giulietta. Ama e cambia il mondo”, il colossal prodotto da Clemente e David Zard e organizzato dalla Show Net di  Ruggero Pegna, con la collaborazione del Comune di Cosenza, precisamente nei giorni 8, 9 e 10 giugno 2018 con inizio spettacoli alle ore 21.30. Tutto ciò esattamente ad un anno di distanza dallo spettacolo omologo, “Notre Dame De Paris”, che ha totalizzato diecimila spettatori in tre serate ma che sarà ricordato a futura memoria per avere devastato il rettangolo di gioco dello stadio, visto e considerato che il grande manager di Lamezia ha piazzato il pesantissimo palco dentro il campo. Non c’è dubbio che lo farà anche stavolta…

Di conseguenza, caro mister, o festeggi insieme allo sventurato sindaco e all’altrettanto sciagurato presidente l’arrivo dello show oppure prepara le valigie e vattene il più lontano possibile da questa città, dove un truffatore crede di poter gestire tutto e il contrario di tutto con la “bacchetta magica” e blatera addirittura di costruire un nuovo stadio quando a vedere le partite del Cosenza ormai non ci vanno più neanche mille persone…