Cosenza, nessuna novità nelle ricerche di Ippolito. Le indagini dei carabinieri e l’appello a “Chi l’ha visto?”

Advertising

Ancora nessuna novità sulle ricerche in corso per Ippolito Vinto, il giovane 35enne cosentino del quale si sono perse le tracce da martedì mattina.

Nessuna segnalazione di rilievo è giunta al numero di telefono che abbiamo pubblicato ieri riguardo a possibili avvistamenti. I familiari non sanno darsi pace e non riescono ancora a capire le motivazioni che hanno portato alla sua scomparsa.

Lavorano attivamente al caso anche i carabinieri di Rende, che nella giornata di ieri hanno ascoltato una serie di testimoni senza però trovare una pista o un indizio utile per capire dove si trova adesso Ippolito.

Si fa strada anche la possibilità di coinvolgere la popolare trasmissione “Chi l’ha visto?” per estendere le ricerche di Ippolito a tutto il territorio nazionale.

Ippolito Vinto, residente da qualche tempo a Paola, ma molto conosciuto a Cosenza negli ambienti della tifoseria dei Lupi, e spesso in servizio per la vigilanza in uno dei locali notturni più importanti dell’area urbana come il B-Side, sembra essersi volatilizzato nel nulla.

Ha lasciato la macchina a Roges di Rende, sotto casa del padre, Davide Vinto, grande tifoso del Cosenza calcio, martedì mattina 29 novembre alle 8,30 e da allora non ha più dato notizie ai suoi parenti ed ai suoi amici e passando fuori la notte come non era mai accaduto.

Al momento della scomparsa, indossava un giaccone scuro a 3/4 e un jeans. I familiari hanno provveduto a denunciare ai carabinieri di Rende il suo allontanamento. 

Ippolito Vinto lavora anche con l’impresa edile del padre e sembra che fosse un po’ allarmato, così come il papà Davide, per il ritardo nei pagamenti da parte dei comuni di Cosenza e di Carolei per una serie di lavori effettuati da molto tempo ma ancora non liquidati.
Ippolito Vinto è sposato con Serena, che insegna a Paola e vive nella città del Santo insieme ad Ippolito.

I familiari si appellano a chiunque dovesse vederlo e raccomandano di dare segnalazioni al numero 340 838 1159