Cosenza-Padova 2-1: il gol di Garritano all’ottavo tentativo e i 63 passaggi completi di capitan Corsi

L’analisi tecnica e tattica di Cosenza-Padova non può prescindere dalla mezzora (e passa) in cui i Lupi hanno giocato in superiorità numerica per l’espulsione di Mazzocco dopo il rigore “conquistato” da Baez e trasformato da Baclet. Proprio in conseguenza di questo episodio, il Cosenza ha fatto registrare, a fine gara, quasi il 70% di possesso palla e oltre 500 passaggi (dei quali più di 400 completati e quindi portati a termine). Cifre delle quali mister Braglia e i suoi ragazzi possono andare orgogliosi.

Passando al rendimento dei singoli ed evitando le solite, odiose pagelle, eccoci ai numeri che non tradiscono mai. Citazione particolare per il capitano rossoblù Angelo Corsi, che ha caracollato alla grandissima sulla corsia di destra facendo “catena” con altri due protagonisti assoluti della gara come Jaime Baez e Mirko Bruccini. Corsi, tuttavia, ha il primato dei passaggi completati, che certificano a tutti gli effetti il migliore in campo o comunque il calciatore che più degli altri ha dato la sua impronta alla partita. Ebbene, Corsi – come ci spiegano bene le statistiche della Lega Serie B – ha iniziato e portato a termine ben 63 azioni, superando anche i centrali difensivi, che di solito sono quelli maggiormente chiamati in causa. In questa classifica, molto bene anche Tutino e BaezIl match winner Luca Garritano, invece, è di gran lunga al primo posto nella classifica dei tiri in porta perché ieri ci ha davvero provato in tutti i modi a far gol, riuscendoci, per la precisione, all’ottavo tentativo.

Noi sul nostro taccuino abbiamo segnato le conclusioni più importanti. Al 36′ Garritano conclude al volo su cross dalla destra e chiama a una splendida risposta il giovane portiere biancoscudato Perisan. Al 42′ tira fortissimo da fuori area, ma para ancora Perisan. Poi, nella ripresa, al 18′, ecco un’altra staffilata di Luca, che sfiora il palo, e ancora al 27′ un altro tiro che chiama Perisan a una difficile parata in tuffo.

Non abbiamo calcolato altre tre conclusioni terminate fuori, che invece compaiono nella tabella della Lega Serie B, fino al sospirato gol della vittoria, giunto al 94′ con un preciso colpo di testa che ha mandato in estasi il “Gigi Marulla”. Complimenti a lui e a tutta la squadra!