Cosenza-Padova 2-1, Luca Garritano all’ultimo respiro

Il Cosenza vince ancora. Stavolta in rimonta al “Marulla” contro il Padova. Due a uno all’ultimo respiro, così è ancora più bello e con il primo gol in maglia rossoblù del talento di casa, Luca Garritano, che finora non era riuscito a sbloccarsi e che prima di mettere in gol di testa ci aveva provato almeno tre volte, trovando sulla sua strada un portiere strepitoso.

L’urlo di Luca Garritano e quello del “Marulla” hanno riecheggiato a lungo nel quartiere di San Vito. Non vincere questa gara sarebbe stata una beffa incredibile per il Cosenza, bravo a reagire allo svantaggio del primo tempo con grande intelligenza e senza frenesia. Dopo il gol del Padova, su calcio di rigore con Bonazzoli, al 27′ del primo tempo, è stato Baclet, anche lui su calcio di rigore, a realizzare il gol del pareggio al 14′ della ripresa. L’azione del rigore ha provocato anche l’espulsione di Mazzocco e così i Lupi hanno avuto il vantaggio dell’uomo in più per l’ultima mezzora. E’ stato un vero e proprio assedio al fortino del Padova. Sei, sette palle-gol limpide per il gol della vittoria, che sembrava non arrivare mai e poi l’urlo liberatorio di Garritano e del “Gigi Marulla” (http://www.iacchite.com/cosenza-padova-2-1-garritano-al-settimo-cielo-neanche-nei-miei-sogni-lavevo-immaginato-cosi-bello/).

Il Cosenza, oltre a meritare la vittoria, ha giocato molto bene in un secondo tempo anema e core. Braglia ha azzeccato i cambi, privandosi dopo appena sette minuti del secondo tempo di due “big” come Legittimo e Mungo, i migliori in campo a Crotone, e ridando fiducia a D’Orazio e Palmiero, che hanno risposto da par loro. L’offensiva è stata costante, gli attacchi veementi, la squadra ha risposto alla grande, anche se non avesse vinto avrebbe meritato di essere applaudita, e ha dato dimostrazione di essere un gruppo compatto. Alla fine è festa grande per tutti. Il Cosenza ha ripreso a marciare con autorità. E da stasera sono cinque le squadre che ci siamo lasciati alle spalle: Crotone, Padova, Carpi, Foggia e Livorno. E scusate se è poco.

LA CRONACA11′- Occasione per il Cosenza, cross di Baez dal fondo e colpo di testa di Tutino in anticipo su Cappelletti parato dal portiere.

12′- Il Padova chiede il rosso per il fallo di Corsi su Bonazzoli diretto a rete. Il difensore del Cosenza viene invece solo ammonito.

26′ – Rigore per il Padova. E giallo per Legittimo che sugli sviluppi di un corner ha trattenuto Cappelletti. Realizza Bonazzoli. 

32’ – Cosenza pericoloso in ripartenza, con Baclet imbeccato da Garritano che conclude in porta, Perisan in angolo.

36′ – Grande parata di Perisan. Garritano conclude al volo su cross dalla destra, splendida risposta del giovane portiere biancoscudato

42′ – Conclusione di Garritano da fuori area, para ancora Perisan

SECONDO TEMPO

3′ – Cosenza pericoloso in area. Zambataro sfiora in area Baez, la palla termina in angolo

11′ – Rosso per Mazzocco e rigore per il Cosenza. Fallo del centrocampista biancoscudato su Baez che piomba a terra, rigore. Dal dischetto realizza Baclet al 14′.

18′ – Staffilata di Garritano, palla che sfiora il palo

23 ‘- Conclusione di Baclet “stoppata” dai difensori del Padova, palla in angolo. Intervento decisivo in scivolata dei due giocatori del Padova che hanno evitato il raddoppio dei padroni di casa

27′ – Ci prova ancora Garritano, Perisan para in tuffo

37′ – Rischia il Padova. Il Cosenza riparte sulla sinistra, palla al centro e gli ospiti si salvano in angolo. Poco dopo nuovo attacco, stavolta dalla destra, ancora palla in mezzo e nessun giocatore del Cosenza che ci arriva

42′ – Che azione del Cosenza! Baez insegue una palla lunga sulla destra e riesce a fermarla sulla linea prima che esca, con la suola. Alle sue spalle arriva Corsi che crossa immediatamente il pallone lasciato lì dal compagno, parabola morbida e conclusione respinta da Perisan, che poi si oppone anche a una seconda conclusione dal limite dell’area

44′ -Tutino vicino al vantaggio! Girata da terra a pochi metri dalla porta, palla che sfila a lato. Attacca solo il Cosenza

49′ st – 94′ – GOL DI GARRITANO! Alla fine il vantaggio del Cosenza arriva nel recupero. Colpo di testa ravvicinato su calcio d’angolo del talento cosentino che fa impazzire i tifosi

COSENZA-PADOVA 2-1

COSENZA (4-2-3-1): Perina; Corsi, Dermaku, Idda, Legittimo (7′ st D’Orazio); Bruccini, Mungo (7′ st Palmiero); Baez, Garritano, Tutino; Baclet (38′ st Perez). A disp.: Cerofolini, Saracco, Di Piazza, Tiritiello, Varone, Bearzotti, Anastasio, Pascali, Verna. All. Braglia.

PADOVA (4-3-1-2): Perisan; Cappelletti, Capelli, Trevisan, Zambataro; Pulzetti, Pinzi, Mazzocco; Belingheri; Chinellato (30′ st Guidone), Bonazzoli. A disp.: Favaro, Merelli, Serena, Ceccaroni, Minesso, Sarno, Marcandella, Cisco, Vogliacco, Della Rocca, Clemenza. All. Foscarini

ARBITRO: Marini di Roma

MARCATORI: 27′ pt Bonazzoli (rig.), 14′ st Baclet (rig.), 49′ st Garritano

NOTE: Giornata umida con cielo coperto, temperatura di 13°C. Spettatori presenti 5787 di cui 64 ospiti (4043 paganti + 1533 abbonati).