Cosenza-Pescara, le statistiche di Lega B: Maniero, Verna, Tutino e Palmiero i migliori

A Cosenza le discussioni sul gol fantasma del Pescara e su una partita che sembrava già meritatamente vinta sono in pieno svolgimento. Ognuno è libero di guardare il bicchiere mezzo vuoto o quello mezzo pieno mentre l’unico concetto sul quale tutti – ma proprio tutti – sembrano essere d’accordo è la necessità di reperire un altro portiere, atteso che Saracco e Cerofolini non sono al top della condizione (per usare un eufemismo) e la società pare aver deciso che non c’è nessuna chance per Perina.

Passando all’analisi della gara attraverso le statistiche, va da se che il Pescara ha fatto registrare numeri importanti, non a caso è la capolista del campionato ed ha un organico di prima grandezza. Gli abruzzesi hanno fatto la partita, nel senso che hanno avuto una percentuale di possesso palla pari al 60% e di conseguenza hanno raggiunto un numero maggiore di passaggi completati (448 contro 296) e di tiri in porta (19 contro 11).Detto questo, però, il Cosenza ha fatto la sua parte fino in fondo e anche se – come vedete dalle tabelle – non ci sono calciatori rossoblù tra i primi cinque rispetto ai passaggi completati, abbiamo il centrocampista Luca Verna al comando nella classifica dei duelli vinti, ben cinque, che danno la misura di una ritrovata verve da parte del ragazzo ex Pisa, al quale Braglia ha riaffidato una maglia da titolare. Sotto questo aspetto è andato bene anche Luca Palmiero, vincitore di quattro duelli. Così come il solito Riccardo Maniero, che già a Brescia aveva vinto tre “corpo a corpo” e si è ripetuto anche ieri portandone a compimento due.

Nella graduatoria dei tiri, infine, dietro al pescarese Machin, troviamo sia Maniero sia Tutino, che entrambi in tre occasioni – compresa quella del gol – hanno seminato il panico nella difesa avversaria.