Cosenza, piazza Fera: quando la Finanza filmava il summit Occhiuto-Clini-Barbieri

Del rapporto tra Mario Occhiuto e l’ex ministro dell’Ambiente Corrado Clini, hanno scritto e detto anche giornalisti di grido.

Clini ha governato il ministero, anche nella funzione di direttore generale, per oltre 25 anni.

Ci arrivò in quota Psi (lo volle Giorgio Ruffolo) dopo una breva carriera alla corte di Gianni De Michelis. 25 anni in cui Clini è stato spesso il vero ministro gestendo progetti di bonifica e cooperazione per miliardi di euro.

Clini, tra le altre cose, ha una società che si chiama Dfs. Lavora moltissimo in Cina. Sì, perché in Oriente Corrado è conosciutissimo: ha incarichi e consulenze con università e istituzioni cinesi. D’altronde coi fondi del suo ministero, i cinesi hanno costruito il loro ministero dell’Ambiente. A Shanghai, invece, c’è il padiglione italiano e altri progetti italiani del “Sino-italian cooperation program” si ritrovano un po’ in tutta la Terra di Mezzo.

Occhiuto e la Hauser
Occhiuto e la Hauser

“… Il suo progettista preferito è l’architetto Mario Occhiuto, con studio a Roma, Pechino e Cosenza, città di cui è sindaco dal 2011 e che governava fino a ieri con l’assessore all’Ambiente Martina Hauser, compagna di Clini (che in città si vedeva spesso, da ministro persino a inaugurare il canile)…”.

– Tratto da “I 25 anni del sistema Clini”: Valeria Pacelli e Marco Palombi –

Tra i progetti più importanti realizzati da questa società per conto del ministero dell’Ambiente appare, quindi, anche la costruzione della sede dell’omologo dicastero cinese di cui Mario Occhiuto è stato il progettista.

Report di Milena Gabanelli ha scavato a fondo. Luca Chianca, il giornalista che ha ricostruito il sistema Clini, ha sottolineato come il sindaco Occhiuto, appena eletto, nomini ad assessore all’Ambiente, Martina Hauser, moglie dell’ex ministro nonché anche socia in molti affari dello stesso Clini. «Con Martina a Cosenza – evidenzia Chianca – arrivano anche 450mila euro dal ministero e tra i diversi incarichi spuntano le società che formano la Dfs».

La Guardia di Finanza ha indagato a lungo anche per l’inchiesta di Piazza Fera/Bilotti sul rapporto tra Clini e Occhiuto. Il sindaco probabilmente lo sa già, ma gli ricordiamo che su di lui erano puntate le telecamere della Finanza a Roma quando, insieme al fratello Roberto e al titolare del gruppo Barbieri, Giorgio, oggi ai domiciliari perché considerato affiliato al clan Muto, aveva incontrato il superministro Clini.

Barbieri non aveva ancora vinto l’appalto.

Si tratta di quelle intercettazioni ambientali con tanto di video che abbiamo visto a ripetizione anche in inchieste più importanti come Mafia Capitale. Tanto per rendere l’idea, si ascolta anche quello che dicono i personaggi ripresi e intercettati.

La Finanza ha consegnato alla Dda di Catanzaro quelle immagini e quel sonoro ormai da più tempo. Sì, perché alla procura di Cosenza quel buffone dell’ex procuratore Granieri e i suoi pm venduti hanno addirittura archiviato l’inchiesta costringendo le Fiamme Gialle a rivolgersi alla Dda. E prima o poi, caro OGGHIUDO, tutti i nodi vengono al pettine.