Cosenza, piazza Fera/Bilotti: la “tarantella” di Occhiuto per evitare il collaudo (sotterraneo)

Ritorniamo ad occuparci del grande appalto (mafioso) di piazza Fera/Bilotti. Mentre Occhiuto e le sue truppe cammellate ne menano vanto, c’è chi bussa alla loro porta per effettuare il necessario collaudo ormai da mesi. Attenzione, non stiamo parlando del collaudo della superficie (per intenderci, dove non ci sono i parcheggi ma solo la colata di cemento e le orribili statue dei Filosofi Guerrieri) ma della zona sotterranea, che è rimasta ancora nella terra di nessuno e quindi senza la ratifica dell’agibilità.

Abbiamo saputo da fonti accreditate che non si può ancora fare il collaudo perchè Occhiuto sta cambiando continuamente la destinazione degli spazi.
In un primo momento li aveva dedicati ad una serie di attività ludiche ma, dopo gli arresti del 19 gennaio (tra i quali il suo compare Giorgio Ottavio Barbieri), pare che il cazzaro abbia cambiato idea adducendo la scusa che non vi era molta richiesta di… giochi. Pensate un po’ quanto è furbo!
Adesso ci riferiscono che, con molta probabilità, Occhiuto sta pensando (o gli stanno facendo pensare..) ad una discoteca con bar. Tanto per rimanere in business che gli sono familiari e che, soprattutto, sono confacenti alle caratteristiche dell’uomo che ha nominato dirigente proprio per ingraziarsi le simpatie del procuratore della Repubblica: Giampaolo Calabrese, notoriamente nipote di Mario Spagnuolo.
Se così fosse, e fino ad oggi non ci siamo sbagliati, siamo veramente ‘mbrazza’a Maria (in braccio alla Madonna, per chi non è cosentino).
Il piano sotterraneo ha spazi che dovevano essere destinati sia a parcheggio che ad altro tipo di attività ma pare che gli altri spazi verranno destinati, appunto, a disco bar, per la gioia del nipote del procuratore.

Occhiuto adesso, tanto per cambiare, prende tempo ma chi deve collaudare si è giustamente “ribellato” per queste farneticanti ridestinazioni d’uso.
La sensazione è che piazza Fera/Bilotti scotta più di quanto si possa immaginare e che Occhiuto stia facendo di tutto per farsi “coprire” dal suo amico Spagnuolo. Fino a quando, sinceramente, non lo sappiamo ma sono sotto gli occhi di tutti la corruzione e l’illegalità dilaganti in questa città.