Cosenza, quegli strani cedimenti sul ponte di Calatrava (di Francesca Canino)

di Francesca Canino

Il ponte di Calatrava presenta già da diversi mesi degli strani cedimenti percepiti dalle auto che lo percorrono. In tanti hanno espresso preoccupazione e si sono interrogati sulla natura degli avvallamenti, a dir poco sospetti se si pensa che il ponte è stato inaugurato a gennaio scorso. Sulle due sponde del ponte ci sono delle zone d’attacco, delle spalle, realizzate in terra e che non sono state ben compattate. Ciò, a parere di alcuni tecnici, non dovrebbe creare gravi problemi, ma è sicuramente indice di approssimazione nei lavori. Sul ponte, poco prima di essere ultimato, sarebbe dovuto passare un rullo costipante per evitare i cedimenti che puntualmente si sono verificati. Un inconveniente che può determinare qualche pericolo alla circolazione stradale in certe condizioni. Le auto potrebbero, infatti, sbandare, soprattutto perché gli avvallamenti non sono segnalati.Ci sono, inoltre, dei problemi di viabilità: risulta pericoloso l’incrocio con il Carrefour market, mentre sul collegamento tra la rotatoria sponda sinistra e via Popilia c’è una strada sterrata che risulterebbe utile, ma che non è stata mai completata. Pare debba essere bonificata, ma è stata dimenticata.

Il ponte fuori contesto della città dei Bruzi, che ha occupato le pagine dei media cittadini perché realizzato senza le dovute autorizzazioni paesaggistiche, non è stato nemmeno completato a dovere, sia per accelerare i tempi della inaugurazione, sia per risparmiare.