Cosenza, rogo a corso Telesio. La procura brancola (sempre più) nel buio e si affida ai… cani

Advertising

Magistrati, polizia ed esperti dei Vigili del Fuoco si sono recati oggi presso l’appartamento di corso Telesio, nel centro storico di Cosenza, per un nuovo sopralluogo dopo l’incendio avvenuto lo scorso 18 agosto, costato la vita ad Antonio Noce, Roberto Golia e Serafina Speranza.

Sul posto sono stati portati anche dei cani particolarmente addestrati per rilevare tracce di combustibili eventualmente utilizzati per appiccare il fuoco. Intanto la procura di Cosenza prosegue nelle sue indagini. Continua a non essere esclusa nessuna ipotesi. Fin qui le veline che la procura fa girare attraverso i media “amici”, quasi a voler giustificare un immobilismo ed una inerzia irritanti se non fosse che arrivano dal più famoso “porto delle nebbie” del mondo. Nonostante un delitto così efferato, nonostante sia chiarissimo a tutti che ci troviamo davanti ad un incendio doloso, loro in procura continuano a brancolare nel buio. Questa è l’amara e triste verità.