Cosenza, sanità corrotta. Mazzuca a Oliverio: “E’ ora di cacciare Mauro”

Raffaele Mauro, direttore generale dell'ASP di Cosenza

Caro Mario,

da più di un anno il dottore Raffaele Mauro è il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale più grande della Calabria. Già un anno fa, come ben sai, ti avevo dimostrato tutte le mie perplessità in merito a questa nomina.

Dopodiché hai ritenuto opportuno – in virtù delle referenze che ti sono state consegnate non so da chi – nominarlo. Doveva essere la nomina della svolta dopo tante gestioni fallimentari. Mauro doveva essere il manager in grado di far cambiare passo finalmente all’ASP di Cosenza.

Tu ed io, durante l’era Scopelliti, abbiamo combattuto molte battaglie proprio in difesa dell’ASP. Ma tu hai perso la memoria.

Oggi, a distanza di un anno dalla gestione Mauro, possiamo affermare con certezza, – dati alla mano – che è il peggior dg che l’ASP di Cosenza abbia mai avuto.

E’ riuscito con le sue gesta a farci più volte guadagnare le prime pagine di quotidiani nazionali. Non c’è giorno che non ci siano perplessità, dubbi, o addirittura illegittimità sulle svariate delibere che portano la sua firma.

I commissari Scura e Urbani continuamente annullano in autotutela le delibere illegittime partorite dal dg Mauro. In alcuni casi ci troviamo dinnanzi al paradosso: è il dg che annulla le sue stesse delibere.

Caro Mario, mi rivolgo a te perché hai combattuto tante battaglie solo ed esclusivamente a tutela dei diritti dei calabresi e perché sei il presidente della Regione. Mi appello soprattutto al fatto che il tuo obiettivo primario è sempre stato quello di tutelare i cittadini.

Mi chiedo e ti chiedo: non è giunto il momento, considerato il fatto che la gestione Mauro non tutela gli interessi e la salute dei calabresi, di rimuovere il dg dall’incarico?

Fatti concreti, supportati e testimoniati da sentenze emesse dal tribunale di Cosenza, confermano la necessità di rimuovere Mauro, un direttore generale che ha una serie di contenziosi contro l’ASP che lui stesso dirige. Tutto ciò potrebbe portare a una serie di ricorsi, che invaliderebbero tutti gli atti prodotti dallo stesso Mauro, cagionando un danno irrecuperabile alle casse dell’ASP e quindi dei cittadini.

In questo momento particolare di difficoltà della Regione Calabria, caro Mario, hai bisogno di persone capaci di dare un aiuto e una marcia in più alla giunta e alla Calabria. Basta persone che aggiungono problemi a quelli già esistenti. Mauro è l’esempio di questo stato di cose.

In questo anno ha manifestato tutta la sua incapacità a gestire l’ASP di Cosenza. Sarebbe un atto di responsabilità da parte sua rimettere il mandato. Se ciò non dovesse avvenire, caro Mario, dovresti farlo tu questo atto di responsabilità verso i calabresi. Rimuovilo dall’incarico.

Un forte abbraccio,

Giuseppe Mazzuca