Cosenza, sanità “depressa”: Faccia di plastica, trova gli assenteisti

Raffaele Mauro, direttore generale dell'ASP di Cosenza
Advertising

Sotto la gestione di Raffaele Mauro, alias Faccia di plastica, la sanità cosentina sta conoscendo tempi durissimi, ancora peggiori di quelli (già vomitevoli) del Cinghiale e dei suoi accoliti, che peraltro continuano a sguazzare indisturbati in questo immenso caravanserraglio.

Le nostre inesauribili fonti ci segnalano che in alcuni ospedali dell’ASP e specialmente in quelli di Paola, Castrovillari e Rossano ci sono degli assenteisti “professionisti”. 
O meglio, dei medici falsi ammalati che poi la gente vede in giro nelle città.
Chi glieli fa i certificati? Altri medici, naturalmente.  E l’ASP paga.
Ora, chiedere ad un falso depresso (come ormai sa tutta Italia) come Faccia di plastica di verificare false malattie è una cosa ridicola, ma non abbiamo alternative.
Mauro (e il suo direttore sanitario Giudiceandrea) verifichi quali ortopedici o chirurghi mancano da questi ospedali per malattia. E chi ha scritto loro i certificati falsi.
Ce l’ha ancora gli attributi o li usa solo per trastullarsi con qualche colf straniera?