Cosenza, sanità depressa: Mauro scrive il 5° Atto aziendale ma lo copia dall’ASL di Taranto

Advertising

Il DG Mauro si avventura nella quinta stesura di atto aziendale ma lo copia dall’ASL di Taranto

Con deliberazione N° 858 del 17 maggio 2017 -“Revoca della delibera N.1779/2016 ed approvazione atto aziendale dell’ASP di Cosenza”- , il direttore generale dell’ASP di Cosenza, Raffaele Mauro, sì insomma Faccia di Plastica, dopo le innumerevoli bocciature da parte della Struttura Commissariale, ha adottato l’ennesima versione di atto aziendale.

Però, sin da subito, si rilevano delle “anomalie”: come mai la delibera in questione non segue l’ordine cronologico nella pubblicazione all’albo pretorio? Infatti, la deliberazione N. 858 del 17 maggio, invece di essere pubblicata in pari data e dopo la deliberazione N. 857 e prima della deliberazione N. 859, viene stranamente (!) e impropriamente (!) pubblicata e annoverata nell’albo pretorio fra le deliberazioni N. 1022 e N. 1023 rispettivamente del 26 e del 31 di maggio. E fin qui possiamo anche capire.

Ma il fatto più eclatante è relativo a quanto riportato a pag. 52 dell’Atto aziendale, a proposito della UOS Registro Tumori che, (testualmente) “…ha il compito di: raccogliere, elaborare e divulgare in modo sistematico e tempestivo le informazioni su incidenza, mortalità, sopravvivenza e prevalenze di tutti i casi di tumore maligno che insorgano nella popolazione della provincia di TARANTO…”.

Ci venga perdonato l’ardire, ma è o non è l’Atto aziendale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza? Ebbene, per svelare il “mistero”, basta cliccare sul seguente link: http://www.registri-tumori.it/cms/RTTaranto , relativo all’atto aziendale dell’ASL di Taranto e notare così la “straordinaria coincidenza terminologica”!

Annette Schavan, ministro della Repubblica Federale Tedesca, nel 2013, presentò le dimissioni alla cancelliera Merkel in quanto fu dimostrato che, a proposito della stesura della tesi, la Schavan, aveva “…simulato intenzionalmente prestazioni intellettuali che lei stessa non ha prodotto…”, due anni prima, medesime dimissioni furono presentate dal ministro Guttemberg, dopo le accuse di aver fatto “copia-incolla” per ottenere il dottorato di ricerca: per queste cose (che per il resto sappiamo tutti che fanno) i tedeschi sono gente seria.

Allora c’è da chiedersi: si dimetterà anche Mauro? Dopo ben cinque versioni diverse l’una dall’altra, con un unico filo conduttore presente nell’atto, che è quello relativo a prevedere l’attribuzione di incarichi ai suoi sodali (Zuccarelli, Filippo, Ariani, e quanti altri gli vengano suggeriti dai nostri politicanti), il DG Mauro si dimetterà assieme all’ignavo direttore sanitario Francesco Giudiceandrea, e all’oscuro direttore amministrativo Luigi Bruno, che sottoscrivono e condividono qualsivoglia atto che Mauro sottopone loro?