Cosenza, sette reti al San Fili nella partitella del giovedì

Advertising

Il pareggio di Lecce e la palese ingiustizia subita per il gol annullato a Gambino, hanno decisamente allontanato i venti di crisi che soffiavano sul Cosenza Calcio dopo le tre sconfitte consecutive che hanno contrariato e non poco l’ambiente.

Il presidente Guarascio ha alzato la voce nei confronti della Lega e si è fatto sentire anche sui media, provando a spronare l’ambiente per le prossime gare dei Lupi e promettendo finanche qualche nuovo acquisto al calciomercato invernale.

Domenica prossima alle 16,30 al “Marulla” arriva il Monopoli, reduce da una inattesa sconfitta casalinga contro la Vibonese. Mister Roselli è preoccupato per le numerose defezioni: non ci saranno capitan Caccetta squalificato, Filippini messo ko da un problema al ginocchio, Appiah e Pinna mentre Blondett, Statella e Criaco sono acciaccati ma scenderanno in campo.

Oggi pomeriggio sul sintetico del “Romolo Di Magro” di Taverna di Montalto, il Cosenza ha giocato la classica partitella del giovedì affrontando il San Fili, squadra che milita in Promozione.

E’ finita 7-0 per il Cosenza e le indicazioni più importanti sono arrivate da Angelo Corsi, che si è posizionato nel ruolo di Caccetta, in mezzo al campo, e ha destato un’ottima impressione, segnando anche una tripletta. Gli altri gol sono stati realizzati da Gambino (doppietta), Baclet e dal giovane della Berretti, Misuri.