Cosenza, sottrae 300 mila euro alla Commissione Patenti: sospesa funzionaria Asp

Trecentomila euro sottratti da conti correnti postali intestati alla Commissione medica Patenti dell’Asp di Cosenza. Una donna di 61 anni, dipendente dell’Asp, è stata scoperta dalla procura della Repubblica, che di conseguenza ha eseguito una misura cautelare interdittiva nei suoi confronti e un sequestro preventivo.

La dipendente, che svolge funzioni amministrative presso la commissione medica locale per patenti di guida di Cosenza, si sarebbe appropriata della somma complessiva di 294.820 euro, sottraendola da conti correnti postali intestati alla commissione medica locale.

Tutto è partito da una denuncia presentata all’inizio del 2017 dal presidente della Commissione Patenti, dopo che l’Agenzia delle Entrate aveva contestato la violazione di norme in materia fiscale. Le verifiche interne avevano portato in rapido tempo all’individuazione della dipendente infedele.

L”indagata, a partire dal 2013, ha apposto la firma falsa del presidente della Commissione su svariati assegni (quasi 200), che successivamente si era intestata quale beneficiaria, per poi versarli su un suo conto corrente. La somma distratta era fino ad allora di più di centomila euro.

Ma successivamente si è scoperto che l’indebita appropriazione si protraeva anche da prima, tanto che la somma complessiva è lievitata di 200 mila euro.

Il gip ha sospeso la donna dal lavoro per 12 mesi e ha predisposto il sequestro delle somme sottratte indebitamente. Sono stati pertanto sequestrati due immobili a Cosenza, un’auto Smart Forfour, un conto corrente e alcuni titoli intestati all’indagata. AGGIORNAMENTO: COSENZA, SANITA’ CORROTTA: LA FUNZIONARIA “INFEDELE” E IL COGNATO DELL’EX PROCURATORE (http://www.iacchite.com/cosenza-sanita-corrotta-la-funzionaria-infedele-e-il-cognato-dellex-procuratore/)