Cosenza-Sudtirol: ruolini di marcia, pronostici e titoli dei giornali

Terminerà oggi il sogno per due delle quattro protagoniste chiamate a disputare la semifinale ritorno dei playoff. Ricordiamo che in caso di parità con l’andata dovranno essere disputati i tempi supplementari ed eventualmente calciati i rigori.

Cosenza vs Sudtirol (risultato andata 0-1): i Lupi calabresi devono vincere con almeno 2 gol di scarto, mentre agli altoatesini basta il pareggio. I dati statistici ricordano che il Cosenza è caduto mercoledì scorso al ‘Druso’ dopo una serie positiva che durava da 8 giornate (le ultime 2 della regular season più le 6 gare disputate nel torneo playoff), inoltre ha vinto in 7 occasioni con almeno 2 gol di vantaggio. Senza dimenticare che finora ha totalizzato 6 successi su 7 sfide playoff (un solo pareggio contro la Casertana). Il Sudtirol proviene da una striscia positiva: è infatti imbattuto da 7 turni (4 vittorie al termine della regular season, più un pari e 2 successi nel torneo playoff). Nel suo ruolino di marcia lontano dalle mura amiche 4 pareggi e 6 vittorie. Infine ha la seconda miglior difesa del Girone B nel corso del campionato con sole 28 reti subite. PRONOSTICO: Cosenza 45% – Sudtirol 55%

Fonte: Tutto C

I TITOLI DEI GIORNALI“Catania e Cosenza, febbre rimonta. La carica dei 20mila per sognare la B”. E’ questo il titolo de La Gazzetta dello Sport per presentare le gare di ritorno delle semifinali playoff. “Due rimonte possibili. Stasera alle 20.30 Catania e Cosenza si affidano alla spinta del pubblico per ribaltare, rispettivamente contro Siena e Sudtirol, i minimi passivi dell’andata (0-1). Tutto esaurito al Massimino e al Marulla”.“Sudtirol, profumo di Serie B” titola stamattina l’Alto Adige. Biancorossi a Cosenza per difendere il gol di Cia e conquistare la finale. “Quattro anni fa – scrive il quotidiano – Alex Pederzoli leader non silenzioso del Sudtirol che andava a giocarsi la serie B con la Pro Vercelli per caricare i compagni pronunciò una grande verità: nella carriera di un calciatore non capita troppe volte di poter vincere un campionato che sia di terza categoria o la serie A e il successo dà prestigio e senso alla carriera stessa per il top player professionista come per il calciatore di periferia. Ecco allora che quando sul piatto corde c’è la palla del match-point bisogna giocarla con cuore, testa, coraggio e intelligenza. Quello che stasera il Sudtirol gioca a Cosenza non è esattamente un match-point visto che si tratta del ritorno della semifinale ma è comunque una palla pesantissima perchè dà il lasciapassare per la finalissima di Pescara dove tutto può accadere”.