Cosenza, traffico in tilt: cittadini su tutte le furie contestano duramente Occhiuto

Advertising

Cosenza è completamente paralizzata dal traffico all’indomani delle assurde e cervellotiche decisioni del cazzaro che ci ritroviamo nella carica di sindaco per rendere pedonale un tratto di via Misasi.

Sono appena arrivato in centro, per fortuna a bordo di uno scooter (altrimenti sarei ancora in mezzo ai casini…), e ho toccato con mano la “carogna” della gente nei confronti del sindaco. Un coro di bestemmie e di improperi ed un invito pressante a rivolgere le sue turpi attenzioni… altrove. Anche i vigili urbani non ce la fanno più a contenere la furia dei cittadini e si accodano agli improperi, facendo presente che nessuno potrebbe mai avallare un tale folle piano del traffico.

Il casino comincia praticamente dall’ormai famosa rotonda tra viale della Repubblica e via Simonetta. Code chilometriche che non trovano più nessun tipo di sfogo su via Tancredi, che era l’unica via di fuga. Diciamocelo con tutta franchezza: il doppio senso di marcia su viale della Repubblica, da via Tancredi a via Simonetta poteva essere concepito solo da una testa bacata come quella di Occhiuto. Completamente fuori dal mondo. Con conseguenze nefaste non solo su viale della Repubblica ma a cascata su tutta via Misasi, su corso Umberto e sulla zona di Palazzo dei Bruzi per concludere su piazza Europa e sulla zona dello svincolo. Un casino gigantesco amplificato dai clacson che suonano all’impazzata e dalle urla della gente. Con i vigili urbani impegnati in una lotta titanica tra quello che dovrebbe essere ragionevole e l’assurdo ovvero le idee di Occhiuto.

Comitati di cittadini si stanno organizzando per recarsi davanti al Comune e manifestare la loro civile ma ferma protesta. Ci si augura che anche qualche forza politica, possibilmente diversa dal Pd, si possa interessare della vicenda. Continueremo a seguire con la massima attenzione le evoluzioni di questa ennesima buffonata. (g. c.)