Cosenza, via Rivocati 130: il Comune inizia (finalmente!) il trasloco

Advertising

Finalmente qualcosa di concreto si muove. Forse sta per terminare una delle vergogne più lunghe della storia della città.

Il Comune di Cosenza ha finalmente dato il via allo spostamento ad altra sede dell’ufficio affissioni sito in via Rivocati 130. Il famigerato e fatiscente palazzo di proprietà dell’ingegnere Pianini che da 30 anni percepisce un ingiusto affitto, oggi arrivato alla cifra di oltre 10.000 euro al mese. Un palazzo decrepito e privo di qualsiasi sicurezza dove dimorano anche alcune famiglie in emergenza abitativa. 

L’uscita definitiva dell’ufficio comunale da quel fatiscente palazzo significa che il Comune di Cosenza ha deciso di interrompere questo vergognoso contratto che è uno schiaffo alla miseria.

Un passaggio obbligato che fa venire meno uno dei motivi di questo assurdo contratto: il bisogno (fittizio) del Comune di spazi dove sistemare gli uffici.

Ora non resta che sistemare i tre nuclei familiari che ancora vivono lì,  restituire le “chiavi” a Pianini e, a non rivederci mai più.

A vigna è finita.