Crotone, Cagliari ancora tabù: Barberis a un passo dal pari

Advertising

Nel segno di Marco Sau. E’ grazie ad un suo gol che il Cagliari batte il Crotone per 1-0, inaugurando con una vittoria il nuovo impianto della “Sardegna Arena”. Una vittoria che ha testimoniato il grande tasso tecnico della squadra di Rastelli, trascinata dalle giocate di Barella e Joao Pedro, i migliori in campo assieme all’attaccante sardo, contro un Crotone troppo rinunciatario e povero d’idee soprattutto in mediana. Per i rossoblù continua il tabù della Sardegna (cinque partite cinque sconfitte) ma si coglie comunque qualche piccolo progresso, considerato che la squadra di Nicola ha comunque avuto qualche occasione in contropiede (clamorosa quella di Trotta) ed è rimasta in partita fino all’ultimo respiro, quando la punizione di Barberis è finita ad un soffio dall’angolino.

PRIMO TEMPO – La partita sin da subito mostra un grande equilibro, con nessuna delle due squadre che vuole sbilanciarsi troppo per favorire il contropiede avversario. Dopo una prima parte abbastanza povera di occasioni, al minuto 11 il Crotone ha una grande occasione. Errore di Andreolli, che non intercetta un passaggio avversario, Trotta si ritrova di fronte a Cragno ma il portiere riesce ad anticipare l’ex Avellino.
Al 23′ ci pensa Pavoletti a scaldare i guantoni di Cordaz con un bel colpo di testa, parato però ottimamente dall’estremo difensore del Crotone; pochi minuti dopo altra buona occasione del Cagliari stavolta con Barella, il cui cross è deviato da Cabrera a pochi centimetri dal palo, sfiorando il clamoroso autugol.
La svolta arriva al minuto 33: assist illuminante di Joao Pedro che buca la difesa del Crotone e trova Marco Sau, che solo davanti al portiere non sbaglia per l’1-0 del Cagliari, risultato che resiste fino al 45′.

SECONDO TEMPO – Anche nella ripresa, la partita si conferma molto chiusa, con le difese che spesso hanno la meglio sui rispettivi attacchi. Al 55′ ci prova il Crotone con Stoian, che scodella un pallone invitante su cui interviene Ceccherini, che però colpisce male di testa e non trova lo specchio della porta, con la palla che si perde in un batti e ribatti. Al 69′ altra grande azione dell’accoppiata Barella-Joao Pedro, con il brasiliano che sfiora il 2-0 con uno splendido tiro a giro che lambisce il palo. L’ultimo brivido lo regala Barberis su punizione, il cui destro finisce fuori alla destra di Cragno, ormai battuto.

Tre punti importantissimi per Rastelli, che torna a sorridere dopo le due sconfitte rimediate nelle prime giornate contro Juventus e Milan. Altra battuta d’arresto, invece, per il Crotone di Nicola, che resta a quota 1 punto in graduatoria e cercherà il riscatto la prossima settimana nel difficile match casalingo contro l’Inter capolista.

IL TABELLINO: CAGLIARI-CROTONE 1-0

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Andreolli, Pisacane, Capuano; Dessena (dal 12′ s.t. Ionita), Cigarini, Barella; Joao Pedro (dal 25′ s.t. Faragò); Pavoletti, Sau (dal 31′ s.t. Farias). A disp.: Crosta, Daga, Ceppitelli, Romagna, Deiola, Cossu, Giannetti, Miangue. All. Rastelli
CROTONE (4-4-2): Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Cabrera, Martella; Rohden (dal 20′ s.t. Kragl), Barberis, Mandragora, Stoian (dal 32′ s.t. Crociata); Trotta (dal 14′ s.t. Tumminello), Budimir. A disp.: Festa, Viscovo, Suljic, Pavlovic, Simic, Faraoni, Simy. All. Nicola
ARBITRO Doveri di Roma 1
MARCATORE Sau al 33′ p.t.