Crotone: la favola di Budimir, il cigno di Zenica. Le pagelle di Bologna

Crotone's players celebrates after winning the Italian Serie A soccer match against Bologna Fc at "Dall'Ara" stadium in Bologna, Italy, 04 November 2017. ANSA/GIORGIO BENVENUTI
Advertising

BOLOGNA – Se Verdi scocca la frecce dopo i due gol su punizione, il Cigno di Zenica, Ante Budimr le evita e colpisce come un rapace trascinando alla prima vittoria esterna della stagione il Crotone. Ante Budimir ha preso la via del gol e dopo la prima volta in A contro la Fiorentina è arrivata una splendida doppietta in quel di Bologna.

Seconda vittoria di fila per il Crotone, la prima in trasferta, e classifica che recita ora 12 punti a +6 sulla zona retrocessione. Fondamentale per i calabresi aver trovato finalmente i gol di Budimir e Trotta, che dopo aver battuto la Fiorentina stendono anche il Bologna.

Budimir è raggiante come mai: “Sì, sono contento – dice l’attaccante del Crotone – ho la fiducia di società, mister e ragazzi e tutto viene più facile. Oggi è stato bello fare i gol davanti a questo pubblico e prendere tre punti importanti”.

Ante Budimir non si lascia andare a facili entusiasmi. Anche lui come Davide Nicola è uno che lavora sodo e guarda alla realtà. Certo si gode il bel momento, ma è anche molto realista: “Questa a Bologna – dice – è una vittoria che vuol dire che siamo sulla buona strada e dobbiamo continuare lavorare come stiamo facendo per raggiungere il nostro obiettivo il prima possibile. Io penso che la salvezza non sia più semplice dell’anno scorso, noi sappiamo da dove arriviamo e lo ripeto: siamo sulla buona strada ma dobbiamo sempre stare sul pezzo per evitare sorprese”.

LE PAGELLE

Cordaz 6

Fa tante belle parate ma in occasione della seconda magia di Verdi avrebbe potuto intevenire meglio, è comunque sufficiente

Sampirisi 6

Soffre un po’ la rapidità di Di Francesco e le galoppate di Masina, tutto sommato riesce a limitare i danni e si concede anche qualche sovrapposizione

Simic 5

Passo indietro per il giovane croato che non riesce mai a prendere un Palacio ispirato, sbaglia anche un paio di disimpegni e in generale non gioca una buona gara

Ceccherini 6.5

Soffre nel primo tempo ma nella ripresa è lui a dirigere la difesa del Crotone, è sempre più un leader per questa squadra

Pavlovic 5.5

Soffre i movimenti di un Verdi ispiratissimo e cerca di limitare i danni con l’esperienza, gioca un ottimo secondo tempo facendosi vedere spesso sulla trequarti avversaria

Nalini 6.5

E’ il migliore del Crotone grazie al solito contributo di dinamismo e accelerazioni, offre un paio di palloni interessantissimi ai suoi attaccanti tra cui quello da cui arriva il gol di Budimir

Barberis 6 

Combatte, ci mette dinamismo e voglia. Bella coppia di centrocampo con Mandragora.

Mandragora 6,5 

Stranamento impreciso nella prima parte di gara. Non riesce a entrare in partita. Poi nel secondo sale in cattedra e il Crotone cresce. Uomo chiave.

Stoian 5.5

Sembra essere in partita nei primi minuti ma poi sparisce letteralmente dalla partita costringendo Nicola a sostituirlo (Rohden 6.5: entra e si rende pericoloso sulla fascia, è molto più pericoloso di Stoian)

Budimir 7.5

Si rende pericoloso nei primi minuti con un gran colpo di testa prima di timbrare il cartellino con un tap-in, bellissimo il gol con cui sigla il 3-2 e firma la sua prima doppietta in Serie A

Trotta 6.5

Si danna l’anima per tutta la partita e ogni volta che riceve il pallone si rende pericoloso, ottimo il modo in cui spiazza Da Costa dal dischetto

All. Nicola 6.5

Bravissimo nel mettere in campo una squadra che non molla mai e con ormai delle certezze tattiche con cui provare a guadagnare un’altra salvezza