Crotone, presi anche Mesbah e Crisetig: ora tocca a mister Nicola

Djamel Mesbah
Advertising

Il Crotone ha chiuso il mercato col botto: 5 colpi importanti nell’ultimo giorno utile, con un organico che adesso può competere per la salvezza. Dovrà essere mister Nicola a trovare la chiave giusta per far esprimere al meglio i calabresi che partono già con l’handicap delle prime due sconfitte nelle prime due gare di campionato.

Ieri sono arrivati contemporaneamente dal Sassuolo gli attaccanti Falcinelli e Trotta, il portiere rumeno Cojocaru, il difensore Mesbah della Sampdoria, già seguito nelle settimane scorse e il centrocampista Crisetig, che ha già giocato a Crotone.

In difesa la squadra può contare sugli ottimi Ferrari (ceduto al Sassuolo per 4 milioni di euro, ma rimane in prestito fino a fine stagione), Dos Santos e Ceccherini, ma anche sui validi MesbahDussenne. In porta, Cojocaru sarà il secondo del buon Cordaz.

Le fasce sono il punto di forza, con Rosi a destra e Martella a sinistra. Al centro del centrocampo ci sono Capezzi, Crisetig e Marcus Rohdén, tutti elementi di spessore.

Falcinelli-e-TrottaIn attacco bisognerà trovare i giusti equilibri: Falcinelli e Trotta potrebbero giocare insieme, con Trotta al centro e Falcinelli sugli esterni. Con Palladino è un buon tridente, e Tonev la valida alternativa.

La competitività del Crotone è al livello almeno di altre 4-5 squadre di A: Empoli, Palermo, Pescara, Udinese, forse anche Chievo, Atalanta e Bologna. Adesso la differenza deve farla l’allenatore.