Crotone, riduce in fin di vita il padre: arrestato per tentato omicidio

Advertising

Aveva picchiato selvaggiamente il padre, tirandogli calci e pugni al volto al punto di ridurlo in fin di vita.

Un’altra sconvolgente storia di maltrattamenti in famiglia quella che si è presentata davanti agli occhi degli agenti della polizia di Crotone che, intervenuti dopo una chiamata al 113 che denunciava una violenta lite ancora in atto, nell’abitazione di famiglia hanno trovato la vittima riversa a terra in una pozza di sangue, privo di sensi, con un evidente trauma in faccia, la mandibola fratturata e le arcate dentarie completamente distrutte.

Il fatto è accaduto ieri sera e sul luogo sono immediatamente giunti i poliziotti delle volanti che hanno arrestato il figlio, A.P., con problemi psichiatrici dovuti principalmente all’abuso di sostanze stupefacenti e alcoliche. Dovrà rispondere di tentato omicidio aggravato e maltrattamenti in famiglia e per ora è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Catanzaro.

La vittima è stata trasportata d’urgenza nell’ospedale cittadino. Gli investigatori sono poi venuti a conoscenza di una triste storia di continue aggressioni e violenze consumatesi, nel corso degli anni, all’interno del nucleo familiare.