DDA, Lombardo saluta e va in pensione. Sette gli aspiranti procuratori

Advertising

“Mi ritengo un uomo delle istituzioni e come tale ho sempre agito, avendo come fine ultimo il bene dello Stato”.

Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Catanzaro, Vincenzo Antonio Lombardo incontrando i giornalisti nel Palazzo di Giustizia per un saluto di commiato in vista del pensionamento dal primo gennaio.

“Quando sono arrivato a Catanzaro – ha aggiunto Lombardo – sapevo della situazione di difficolta’ della Procura ed ho deciso di agire basandomi su tre pilastri: efficacia, efficienza e trasparenza e spero di avere raggiunto questo obiettivo. Quel che e’ certo e’ che la Procura ha raggiunto risultati importanti”.

Al riguardo il procuratore Lombardo ha ricordato le indagini della Dda del capoluogo sulla faida nel soveratese e quelle sulle cosche di ‘ndrangheta di Lamezia Terme dove, ha detto, “le inchieste hanno creato le condizioni per avere legalita’ su quel territorio”. Lombardo ha citato le inchieste su Cosenza e la provincia e quelle sulla cosca del Crotonese capeggiata dal boss Nicolino Grande Aracri.

(ANSA)

Gli aspiranti alla direzione della Procura di Catanzaro, che e’ sede di Dda con competenza su quattro province (oltre Catanzaro, Cosenza, Crotone e Vibo Valentia), sono, in ordine di anzianita’ di servizio, Gianfranco Donadio, ex procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia ed attuale consulente della Commissione bicamerale d’inchiesta sul sequestro e l’assassinio di Aldo Moro; Mario Spagnuolo, attuale Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia; Gabriella Maria Casella, presidente di sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta); Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica aggiunto di Reggio Calabria; Giovanni Bombardieri, procuratore della Repubblica aggiunto di Catanzaro; Roberto Rossi, sostituto procuratore della Dda di Bari ed ex consigliere del Csm, e Luca Pescaroli, sostituto procuratore della Dda di Roma.

Il nuovo Procuratore della Repubblica di Catanzaro, una volta espletati i tempi di definizione del concorso, dovrebbe essere nominato tra gennaio e febbraio del 2016.