Diamante, ecco chi è lo sposo che voleva atterrare in elicottero sul Corvino

Advertising

Si apprendono maggiori particolari sul pasticcio degli sposi in elicottero a Diamante, che stava per ripetere incredibilmente tutto il can can già avvenuto a Nicotera soltanto una settimana fa.

Questa volta, però, ad evitare che l’atterraggio avvenisse in una area pubblica è stata l’attività rapida di indagine dei carabinieri della stazione di Diamante coordinati dai militari della locale Compagnia, con al comando il capitano Alberto Pinto.

La notizia è stata diffusa dal sito “miocomune.it” e riferisce che il volo era organizzato per un matrimonio in programma oggi a Diamante. La scena doveva essere allestita nell’area del Corvino, zona pubblica, fluviale e demaniale. C’erano già le autorizzazioni della polizia municipale e del sindaco di Diamante, Gaetano Sollazzo, manco a dirlo del PD.

Sulla questione è intervenuto direttamente il questore di Cosenza che ha bloccato l’organizzazione di questa fase della cerimonia, chiedendo al sindaco Sollazzo di revocare l’autorizzazione. E così è stato.

Fin qui le notizie che abbiamo appreso da “miocomune.it”.

Noi di Iacchite’, che non ci facciamo mai i fatti nostri, siamo andati a cercare di capire chi fosse questo sposo così audace e megalomane.

Si chiama Gianluca Ritondale ed è il figlio di Sergio, manutentore elettrico del Comune di Diamante. Lavora a stretto contatto con il padre nella ditta di famiglia.

Il signor Ritondale ha l’appalto di manutenzione dell’impianto elettrico comunale, rinnovato quasi ogni mese, ma saranno ormai 5/6 anni che non si fa la gara…

Insomma, si sposa uno che è di casa nelle stanze dei bottoni di Gioiello, pardon Diamante, il feudo indiscusso di Ernesto Magorno, ex sindaco e oggi deputato notoriamente affiliato al clan Muto, come recitano dettagliate intercettazioni nelle quali è lui stesso a confessarlo.

Il buon Ritondale aveva programmato da tempo questo “show” e figuratevi se Magorno gli diceva di no. E’ vero: Magorno non è più il sindaco di Diamante ma Gaetano Sollazzo, il sindaco effettivo, è un iscritto al PD, ha con Ernesto lo stesso passato socialista e, soprattutto, ha inserito la dolce metà del deputato, Anna Francesca Casella, nei ruoli di vicesindaco ed assessore al Bilancio. 

Ragion per cui, quando Sollazzo-Magorno-Casella ha ascoltato il desiderio del ragazzo, non ci ha pensato due volte a dire di sì.

Sergio Ritondale, il padre dello sposo, è così in confidenza con il potere magorniano che sono in molti a ricordare un aneddoto recente. L’8 aprile scorso ha fatto tappa a Diamante il tour della fantastica Federica Roccisano, notoriamente vicina ad un altro grosso clan, quello di Nino De Gaetano a Reggio Calabria. Magorno voleva fare bella figura ma arrivati alle 18 sul posto e con un bel po’ di gente a fare da codazzo, ci si è drammaticamente accorti che la luce pubblica si accende alle 19,45 e c’era bisogno di fare presto. Amche forzando la mano.

E fu così che arrivò il provvidenziale Sergio Ritondale a riportare la… luce.

Oggi volevano fare la piazzata dell’atterraggio sul Corvino in elicottero. A pochi giorni dallo scandalo di Nicotera. E per di più con qualche invitato in odore di precedenti penali, del quale speriamo di poterci informare al più presto.

Sollazzo-Magorno-Casella, ma dove ce l’hai il cervello?