Diamante, il concorso pilotato degli amici di Magorno

Advertising

Un altro concorso truccato e pilotato. Questa volta a Diamante, la bella “perla del Tirreno”, la patria del segretario regionale del Pd Ernesto Magorno, che, come vedremo, è addirittura lambito da questa vicenda.

Lasciamo parlare i fatti. Il Comune di Diamante indice un concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di un posto a tempo indeterminato part time di istruttore direttivo amministrativo-contabile categoria D

Come sempre, quando c’è qualcosa che si deve nascondere, si agisce sotto le festività natalizie e dunque la prova selettiva viene prevista per il 23 dicembre. Con tanto di Commissione giudicatrice formata da Nicola Falcone (presidente), Felice Capone e Gabriella Scavella (esperti) e Vincenzo Vaccaro (segretario). 78 le domande presentate e 77 gli ammessi alla prova.

diamante

Qualche giorno prima della prova, però, arriva una lettera anonima che preannuncia il nome del vincitore del concorso. Una lettera inviata a tutte le autorità politiche e giudiziarie.

Eccone il testo.

Con la presente si vuole portare a conoscenza le autorità che il concorso di cui sopra è una presa per il culo in quanto è già stato stabilito a tavolino chi dovrà essere il vincitore cioè il signor Angelo Perrone… Quindi si pregano le forze di polizia a verificare come, dove, da chi e quando verranno preparate le tracce della prova selettiva che si farà il 23 dicembre alla scuola elementare di Diamante in modo che chi non ha santi in paradiso possa avere la stessa possibilità di sperare in un posto di lavoro. Una busta chiusa con dentro il nome del vincitore è stata depositata in uno studio notarile e la stessa verrà consegnata alle autorità competenti ed ai giornali se non saranno presi provvedimenti…

Ma chi è questo Angelo Perrone, classe 1976?

E’ il figlio di Domenico Perrone, ex sindacalista di Rdb, galoppino del sindaco di Diamante Gaetano Sollazzo, meglio conosciuto come “Re Sole”, ex primario senza titolo del reparto di Cardiologia dell’ospedale di Cetraro.

renzi magorno

Politicamente Sollazzo appartiene al PD e prima era socialista, esattamente come il suo padrino politico ovvero Ernesto Magorno. Il fatto che Sollazzo sia molto vicino a Magorno è testimoniato da una semplice constatazione: il suo vicesindaco e assessore alle finanze, bilancio e contenzioso è Francesca Anna Casella, moglie di Magorno. Tra l’altro, il loro matrimonio, con rito civile, al ristorante con sala su palafitta sanata sulla scogliera di Cirella, è stato celebrato dallo stesso Sollazzo il 18 ottobre scorso. Chiaro, no?

Bene, ora vi chiederete cos’è successo per il concorso. Beh, non ci crederete, ma qualche giorno fa la Commissione giudicatrice ha verbalizzato che nessuno ha superato la prova…

L’operazione è saltata definitivamente o è solo rinviata? Ai posteri l’ardua sentenza.