Dilettanti, la capolista Luzzese troppo forte per la Brutium Cosenza. I biancazzurri a +5 sul Corigliano

Advertising

Dilettanti, Brutium: Luzzese troppo forte, è 0-5

Oggi al Marca si è giocata Brutium Cosenza-Luzzese, per la dodicesima giornata del girone A del campionato di Promozione.

Sfida delicata per la Brutium, penultima in classifica e messa in difficoltà da squalifiche e infortuni.

Contro la Luzzese capolista, torna capitan Ponzio in difesa mentre sono ancora in tribuna Martire e Caruso, squalificati due settimane fa. In tribuna anche l’ex difensore del Cosenza Giovanni Paschetta, allenatore della Luzzese, squalificato per proteste nel corso dell’ultimo match.

Parte bene la Brutium che ha subito una buona occasione con Attanasio, conclusione deviata in corner dal portiere Ramunno, e reclama al 7′ per un sospetto tocco di mano di un difensore della Luzzese in area di rigore.

bz4

Al 18′ passano in vantaggio gli ospiti: Morrone raccoglie una palla vagante in area e la manda alle spalle di Gardi per lo 0-1.

Al 30′ un’altra buona occasione per la Brutium, con Fiumara che la manda di poco alta su servizio di Attanasio. Sul ribaltamento di fronte Guzzo atterra Morrone in area e l’arbitro fischia il rigore per la Luzzese: dal dischetto va La Canna, che tira fuori.

Al 35’ Boscaglia penetra in area tra i difensori rossoblù e batte Gardi in uscita. 0-2.

Ad inizio ripresa entra in campo per la Brutium Spadafora, che prende il posto di Irace.

I rossoblù lottano contro l’ottimo centrocampo avversario, ma dopo 3 minuti c’è già lo 0-3: è Mario La Canna a trovare un gran tiro da fuori che batte ancora Gardi.

Mister Libero sostituisce Arlotta con Serafino Scarlato, che come sempre aggiunge corsa e cuore al centrocampo della Brutium. In ottemperanza alla regola degli under, il tecnico della Brutium manda in campo il secondo portiere Algieri al posto di Gardi.

Il nuovo entrato Scarlato prova a trascinare i compagni alla riscossa, lotta su ogni pallone e va due volte vicino al gol, con due conclusioni dal limite che sfiorano i pali difesi da Ramunno.

Al 70’, su un calcio di punizione da destra svetta Tucci che batte Algieri e firma lo 0-4.

Il sostegno degli ultras Curva Nord spinge la Brutium a continuare la battaglia, ma la partita è segnata: una buona conclusione di Fiumara si perde sul fondo a fil di palo.

bz

All’ 83’ arriva un altro calcio di rigore per la Luzzese: mani in area di Ponzio e nessun dubbio per il direttore di gara. Dal dischetto stavolta va Provenzano, che trafigge Algieri per il finale di 0-5.

La Brutium resta penultima a 8 punti, mentre la Luzzese rimane in testa e allunga a +5 sul Corigliano Calcio, sconfitto 1-0 ad Amantea.

 free Kiko

 IL TABELLINO

Brutium Cosenza: Gardi (56’ Algieri), Scarlato G., Arlotta (56’ Scarlato S.), Irace (46’ Spadafora), Ponzio, Guzzo, Cinelli, Spinelli, Attanasio, Fiumara, Principato. All. Libero

Luzzese: Ramunno, Iantorno, Crispino, Carbonaro (49’ Bilello), Okoroji, La Canna, Boscaglia, Crescibene, Morrone (Gentile), De Pascale, Tucci (75’ Provenzano).

Arbitro: Francesco Palmieri di Crotone

Marcatori: 18’ Morrone, 35’ Boscaglia, 48’ La Canna, 70’ Tucci, 83’ Provenzano.