Donna uccisa ad Acri, Angelo Brogno trasferito in carcere

Advertising

Angelo Brogno, 78enne pensionato di Acri, ritenuto l’assassino della badante bulgara di 58 anni trovata morta in un’abitazione di contrada Scuva ad Acri, è stato condotto in carcere dopo essere stato dimesso dall’ospedale di Cosenza.

Il trasferimento è stato eseguito dai Carabinieri in ottemperanza della misura cautelare emessa dal gip di Cosenza.

Nei confronti dell’anziano, oltre all’accusa di omicidio, è scattata una denuncia per detenzione di arma comune da sparo. In particolare, i militari della stazione di Acri hanno rinvenuto nell’abitazione del 78enne una pistola lanciarazzi cal. 9, e 3 cartucce a salve stesso calibro, detenute illegalmente.