Due imprenditori di Cosenza denunciati per bancarotta fraudolenta. Sequestrati 500mila euro

Advertising

Avrebbero fatto fallire due concessionarie di autovetture, appropriandosi dei loro beni.

Si tratta di due imprenditori di Cosenza denunciati per bancarotta fraudolenta dalla Guardia di Finanza che ha anche provveduto a sequestrare beni e a recuperare l’evasione delle imposte per un totale di 500.000 euro.

Sotto sequestro sono finiti immobili, terreni e disponibilita’ finanziarie. All’origine del fallimento, secondo le indagini, ci sarebbero artifici contabili che hanno consentito ai due titolari delle societa’ di impossessarsi di ingenti risorse finanziarie, con conseguente depauperamento della casse sociali e l’occultamento di disponibilita’ finanziarie ed altri beni per circa 1 milione 270.000 euro.

I due imprenditori, evidenziano le Fiamme Gialle, hanno potuto cosi’ costruire due lussuosissime ville. Oltre alla bancarotta, sono stati contestati anche il reato tributario e l’evasione fiscale che e’ costata ai due imprenditori la denuncia per infedele dichiarazione.

(AGI)