Ecologia Oggi, “tute gialle” senza stipendio: assemblea ad oltranza nel cantiere di via Popilia

Advertising

Continua il braccio di ferro tra il sindaco Occhiuto e il patron Guarascio per lo stipendio del mese di novembre (e la tredicesima) alle “tute gialle” di Ecologia Oggi.

Si avvicina Natale e, di conseguenza, la vertenza viene inevitabilmente esasperata dal fatto che Occhiuto e Guarascio sono ricchi e sguazzano nel benessere mentre gli operai non sanno come fare per mangiare. Il numero uno di Ecologia Oggi ieri, nel corso di una riunione in Prefettura, ha ribadito che non ha nessuna intenzione di pagare le spettanze ai lavoratori ed ha accusato il suo (ex?) amico Occhiuto di non rispettare i suoi impegni.

“Gargamella”, in cuor suo, vorrebbe che le “tute gialle” si accanissero contro Occhiuto ma i lavoratori ormai conoscono a memoria il finto scaricabarile tra i due e da stamattina hanno dichiarato aperta un’assemblea ad oltranza che si protrarrà fino a quando Guarascio non si presenterà (dopo shampoo e… phon) all’interno del cantiere di via Popilia per parlare con i lavoratori.

E’ del tutto evidente che questo tira e molla, che si ripresenta ormai ogni fine mese, non potrà andare avanti per molto tempo ed è altrettanto chiaro che la “partita” si gioca sulla nuova gara per l’appalto dei rifiuti che ormai è alle porte.

Ma non possono essere certo i lavoratori a pagare le conseguenze delle lotte di potere tra questi papponi senza scrupoli.