Ecomostro Piazza Fera, soldi finiti: si dimettono tutti gli operai della Barbieri

Advertising

La notizia non ci ha colto per niente di sorpresa perché Iacchite’ lo aveva annunciato largamente già nel corso della campagna elettorale.

Piazza Fera, la vigna è finita: il Comune chiude il cantiere

Era il 28 aprile quando pubblicavamo la notizia della chiusura virtuale del cantiere per mancanza di… soldi.

Oggi, a distanza di qualche mese, si sono arresi sia i lavoratori sia i sindacati.

“Tutti i lavoratori della Barbieri Costruzioni, impegnati nella costruzione della nuova piazza nel cuore della città, hanno presentato presso gli uffici ispettivi della direzione territoriale del lavoro, le dimissioni per giusta causa. Le motivazioni per tutte le maestranze esasperate e deluse, sono nel mancato pagamento delle ultime quattro mensilità e i mancati versamenti alla cassa edile, fermi ad ottobre 2015”.

A renderlo noto sono le segreterie di Filca-Cisl e Fillea Cgil di Cosenza.

“Una situazione allarmante, è evidente, a questo punto, una totale assenza di adempimenti contrattuali e quindi una totale assenza di rispetto delle regole, contrattuali, normative e legislative, ma soprattutto la mancanza totale di controllo da parte della stazione appaltante del Comune di Cosenza, del responsabile del procedimento e del direttore dei lavori.

Filca-Cisl e Fillea Cgil, dopo le numerose denunce, i molteplici accordi non rispettati e per i continui ritardi nei pagamenti, sin dall’inizio del cantiere, ritengono non più accettabile che in una città cosiddetta europea e nei lavori della più importante opera degli ultimi trentanni, possano esistere situazioni di totale spregio nei confronti delle maestranze, tra l’altro, con finanziamenti pubblici”.