Esondazione Crati, nessun danno al parco di Sibari. Parla Carlo Tansi

In calo il livello del fiume Crati

Il parco archeologico di Sibari, nonostante l’esondazione del fiume Crati e le abbondanti piogge delle scorse ore, non ha subito nessun danno.

Nel 2013 l’area archeologica era stata completamente sommersa dall’acqua. E proprio gli argini ricostruiti all’indomani dell’esondazione del 2013 hanno retto ed hanno protetto il parco archeologico.

oliverio-tansi

Il direttore della protezione civile della Calabria, Carlo Tansi, ha evidenziato che “questo è l’esempio concreto degli effetti della buona prevenzione. Quando si realizzano opere sugli studi scientifici del territorio e con la consapevolezza di fare prevenzione, i rischi vengono annullati. Rimane assurdo però che nel 2016 si trovino agrumeti nell’alveo dei fiumi, nonostante quello che è accaduto in passato”.