Esposto in Prefettura di Cosenza Domani contro le affissioni abusive

Advertising

Ferdinando Gualtieri, a nome delle liste Buongiorno Cosenza-Cosenza Domani, che sostengono la candidatura a sindaco di Enzo Paolini, ha presentato un esposto in Prefettura sulle affissioni abusive.

Eccellenza,
spero di non essere costretto a rivolgermi al Sig. Ministro degli Interni per chiedere la sospensione delle elezioni amministrative nella città di Cosenza per incapacità delle istituzioni locali a garantire il regolare ed imparziale svolgimento della campagna elettorale.

Faccio seguito alla mia PEC del 16 maggio per segnalarLe la totale ignoranza/inosservanza, da parte degli organi istituzionalmente preposti, della Sua circolare del 16 maggio 2016 pubblicata in data 18/05/2016.

Non solo non vengono “defissi” o “imbiancati” (è stato fatto solo di fronte al Tribunale) per come da Lei disposto a pag. 3 della suddetta circolare, i manifesti che imbrattano i muri cittadini, per quanto non viene garantita la par condicio fra candidati ed il regolare svolgimento della campagna elettorale perché neanche negli spazi destinati alle liste e numericamente assegnati alle stesse, vengono fatti rispettare gli spazi utilizzando i medesimi mezzi di cui sopra (defissione o imbiancatura).

L’occupazione abusiva ed indisturbata degli spazi elettorali assegnati alle liste della coalizione che sostiene il candidato sindaco Enzo Paolini, continua sotto gli occhi di tutti, ma non sotto quelli del commissario prefettizio del Comune di Cosenza e del comando dei vigili urbani.
Tali spazi, e segnatamente quelli contraddistinti dai numeri 26/27/28/29/30/31 per le liste e n. 5 per il candidato sindaco, sono costantemente occupati da candidati consiglieri o candidati sindaci di altre liste.
Il tutto nel più completo disinteresse di chi sarebbe preposto a vigilare sul regolare e corretto svolgimento della campagna elettorale che, prioritariamente, dipende dal rappresentante del governo, ovvero da lei.
Ferdinando Gualtieri