Foggia-Cosenza, la verità sugli incidenti allo “Zaccheria”

Advertising

L’ associazione Cosenza Nel Cuore, supporter trust del Cosenza calcio, era presente con i suoi soci domenica 13 dicembre allo stadio “Zaccheria” di Foggia per sostenere la propria squadra, insieme a tanti altri tifosi.

Cosenza nel Cuore, alla luce dei fatti incresciosi avvenuti nel post partita, è fortemente amareggiata per la sconcertante, piratesca, nonchè falsa informazione fatta circolare da un un quotidiano on line pugliese “Il Mattino di Foggia“, apparso all’indomani della partita, stranamente non firmato, che racconta, in modo diffamatorio e settario, letteralmente inventato, etichettando la tifoseria ospite, con tanto di foto, “ecco i barbari del cosenza a distruggere i bus…” (anche in un italiano discutibile),l’episodio del danneggiamento del vetro della navetta mentre si allontanava dallo stadio.

L’ autore anonimo dell’articolo si dimentica di raccontare che, all’uscita dal settore ospiti, i tifosi del Cosenza sono stati presi a sassate mentre entravano nelle navette e anche durante il tragitto verso il luogo di trasbordo. Nel tragitto, un esagitato foggiano, alla vista del corteo delle navette, scagliava una pietra che frantumava il vetro della navetta sul lato sinistro, con tanto di inseguimento di un Agente delle F.O. all’autore stesso del lancio della pietra!

Chi era nella navetta che precedeva l’altra danneggiata, ha assistito chiaramente alla condotta delittuosa.

Fare corretta informazione (una navetta con un vetro rotto non è proprio “…distruggere i bus”!) e verificare le notizie, è il fondamento del giornalismo, ma l’affrettato e sconsiderato autore anonimo de “Il Mattino di Foggia”, evidentemente, ha avuto un altro tipo di formazione.

In queste ore, il Consiglio Direttivo sta valutando di adire le vie giudiziarie, per tutelare l’onorabilità e la reputazione dei suoi soci e dei presenti nel settore ospiti, vittime assolute di questa vicenda.

 Il Consiglio Direttivo