Fusione Corigliano-Rossano, Geraci: “No a un’idea vuota di contenuti”

Giuseppe Geraci, sindaco di Corigliano
Il sindaco di Corigliano Calabro Giuseppe Geraci ha scritto una lettera aperta ai cittadini per spiegare e ribadire le ragioni del NO alla fusione, in vista dell’appuntamento referendario di domenica 22 ottobre.
“Sulla fusione – scrive tra l’altro Geraci -, ci siamo lasciati trascinare da un’idea vuota di contenuti, oggi venduta dai mercanti, fuori e dentro il tempio, da soggetti associativi sedicenti, che con la buona politica nulla hanno a che fare, in gran parte estranei alla raccolta del consenso civico di cui non hanno mai goduto. Tutto questo ci ha distratto da cose ben più importanti, prima fra tutte, di rivendicare il godimento delle migliori occasioni poste in essere dal legislatore, delle quali la ZES (Zona Economica Speciale) rappresenta oggi la punta del diamante delle opportunità. Se noi avessimo avuto l’intelligenza politica di pensare ad esse, piuttosto che litigare su una fusione immotivata, avremmo fatto molto di più di quanto prodotto. – NO a fusioni fatte male, bensì aggregazioni motivate all’insegna della obiettività tecnico – politica! Ecco la esigenza di votare NO per rinviare il progetto aggregativo, che veda anche Sibari a lavorare per la rinascita ed essere così puntuali nell’appuntamento con il successo”.