Gioia Tauro, la Finanza scopre 19 chili di coca in un container di pollo congelato

Advertising

Un altro grosso carico di cocaina purissima in transito nel porto di Gioia Tauro: 17 panetti del peso complessivo di 19 chilogrammi che, una volta venduto al dettaglio, avrebbe potuto fruttare quasi 4 milioni di euro.

La droga viaggiava all’interno di un container che trasportava pollo congelato e, proveniente da Paranagua, in Brasile, era destinato a Durazzo, in Albania.

A scoprire il carico gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria insieme ai funzionari dell’Ufficio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane di Gioia Tauro, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia.

Gli investigatori hanno eseguito una serie di incroci documentali e poi dei controlli sui container sospetti: utilizzando scanner sofisticatissimi in dotazione all’Agenzia delle Dogane e le unità cinofile delle fiamme gialle, sono risaliti allo stupefacente.

L’attività svolta dai finanzieri in sinergia con l’Agenzia delle Dogane, si inserisce nell’ambito dell’intensificazione delle attività di controllo volte al contrasto del traffico di droga nello scalo calabrese e dall’inizio dell’anno ha già portato al sequestro di oltre 1.100 chilogrammi di cocaina purissima.