Giornata di mobilitazione antifascista: il programma di domani

Advertising

GIORNATA DI MOBILITAZIONE ANTIFASCISTA.

FIORE VATTENE!

Contro l’arrivo di Roberto Fiore (membro di vari gruppi di estrema destra tra gli anni ’70 e ’80, accusato di essere responsabile della bomba nella stazione di Bologna il 2 agosto 1980 ed oggi segretario Forza Nuova) nella nostra provincia domani, sabato 9 gennaio, il movimento cosentino chiama una giornata di mobilitazione Antifascista.

Cosenza, città aperta e solidale, ha sempre respinto, contestato e contrastato la presenza di figure come quella di Fiore. Un uomo e un partito che cavalcano il malcontento generale per propagandare idee politiche delle quali si sottovalutano i nefasti effetti. Chi fonda il proprio programma politico sulla discriminazione del diverso, chi s’ispira ai dis-valori del ventennio fascista, chi dice di schierarsi dalla parte dell’operaio e del lavoratore salvo poi piegarsi al sistema neo-liberista divenendo lo sgherro in camicia nera dei padroni, in questa città non avrà mai nessuna agibilità e dignità di parola.

foio

Oggi il fascismo assume più facce: una, quella rappresentata da Fiore, Forza Nuova e Casa Pound, apertamente fascista; l’altra mascherata sotto spoglie democratiche, rappresentata da Salvini che strumentalizza la disperazione della gente con facili populismi generando sentimenti razzisti e xenofobi al fine di ottenere consenso.

Essere antifascista oggi significa non solo ricordare le vittime del fascismo e le brutalità compiute dal regime, le stragi di Stato negli anni ’70, le bombe nelle piazze e nelle stazioni o i compagni assassinati sotto casa. Antifascista oggi significa anche e soprattutto essere sempre pronti a difendere le città e gli spazi democratici da qualsiasi tentativo di invasione da parte di soggetti che non si rassegnano alla sconfitta datagli dai partigiani e dalla storia. Significa svolgere un lavoro quotidiano e capillare nei territori, attraverso la costruzione di luoghi di solidarietà che siano in grado di diffondere e difendere i valori dell’antifascismo oggi come ieri, per l’affermazione di una società libera e meticcia fondata sull’uguaglianza e la giustizia sociale.

Per questo non lasceremo nessuno spazio né all’apertura di sedi di FN o Casa Pound a Cosenza come in provincia, né a provocatorie conferenze stampa. Saremo presenti a Verbicaro (come lo siamo stati a Sartano) dove finanche il sindaco si è rifiutato di concedere la piazza a Roberto Fiore in nome della Costituzione, di cui non possiamo che condividerne apertamente lo spirito antifascista, che è lo stesso della popolazione di Verbicaro, la cui storia è da sempre legata ai valori socialisti della Resistenza e che non vuole ne Fiore ne una sua sede nel proprio territorio.

Pertanto invitiamo tutti e tutte ad aderire alla GIORNATA DI MOBILITAZIONE ANTIFASCISTA.

SABATO 9 GENNAIO

10.00 PRESIDIO ANTIFASCISTA, PIAZZA XI SETTEMBRE, COSENZA

13.30 CAROVANA ANTIFASCISTA, SVINCOLO COSENZA SUD

17.00 PRESIDIO ANTIFASCISTA CONTRO L’APERTURA DELLA SEDE DI FORZA NUOVA, PIAZZA CARLO MAGNO, VERBICARO (CS)