Giornata mondiale contro l’Aids, l’Arcigay scende in piazza regalando preservativi

Advertising

Oggi anche Cosenza, come tutta Italia, celebra la giornata mondiale contro l’Aids. Parola chiave prevenzione, perché gli ultimi numeri sono allarmanti: 3.695 le persone che, nel 2014, hanno scoperto di essere sieropositive, un dato che non si è modificato negli ultimi tre anni. Ma la cosa più preoccupante è che l’infezione interessa i giovani fra i 25 e i 29 anni che, otto volte su dieci, si contagiano durante rapporti sessuali, perché non usano il preservativo (Centro Operativo dell’Istituto Superiore di Sanità – Iss).

Proprio per questo, per l’intera giornata, fino alle 19, gli attivisti e il direttivo dell’Eos Arcigay di Cosenza ospiteranno un presidio fisso in piazza XI Settembre, con un banchetto informativo, di prevenzione e sensibilizzazione; regalando preservativi per spingere, soprattutto i giovani, ad avere rapporti sessuali sicuri.

Noi siamo in piazza XI Settembre – lo slogan che lancia il direttivo – passa a prendere il tuo preservativo, che tu sia gay, etero, lesbica, trans, intersessuale, poco importa!

I farmaci antiretrovirali negli anni sono migliorati, ma il virus Hiv, che è un retrovirus, muta e diventa sempre più aggressivo. Una realtà drammatica, considerando che l’Italia, per incidenza del virus, è al dodicesimo posto in una classifica che comprende tutti i paesi dell’Unione Europea.

Per l’84% dei casi la trasmissione del virus avviene tramite rapporti sessuali non protetti dall’utilizzo del preservativo, sia all’interno di rapporti eterosessuali che in rapporti tra omosessuali.

E’ fondamentale quindi una campagna informativa e preventiva, come quella che si sta svolgendo oggi a Cosenza, per proteggersi non solo dall’HIV ma anche dalle oltre 24.000 malattie sessualmente trasmissibili.

Il messaggio fondamentale, dunque, che vuole lanciare il direttivo Arcigay bruzio nella giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, è quello di non abbassare mai la guardia, prendersi cura di sè stessi e prevenire ogni rischio con il semplice utilizzo di un preservativo.

V.M.